INFEZIONI DA CRAB
NEL PAZIENTE CRITICO

Valore terapeutico e strategie dalla pratica clinica

Giugno 2024

Con il contributo non condizionante di​

PRIMA PUNTATA - SEGUI LA DIRETTA -

RAZIONALE

L’Acinetobacter baumannii resistente ai carbapenemi (CRAB) è classificato dall’OMS come un patogeno a priorità critica a causa del limitato numero di opzioni terapeutiche oggi disponibili e per questo motivo si associa ad infezioni con una elevata mortalità ospedaliera. Ciò è particolarmente vero quando queste infezioni si verificano nel setting delle unità di terapia intensiva (UTI), dove vengono abitualmente ricoverati pazienti ad elevata criticità e dove si concentra l’unmet need massimo in relazione alla gestione delle infezioni da CRAB.

Questa puntata offre una panoramica aggiornata delle sfide cliniche e delle soluzioni emergenti, con un focus particolare sul cefiderocol, che grazie alle evidenze cliniche oggi disponibili ha dimostrato di offrire un vantaggio terapeutico importante in termini di sopravvivenza nelle infezioni causate da batteri Gram-negativi multi-resistenti con opzioni terapeutiche limitate, con particolare riferimento a quella da CRAB. L’obiettivo è fornire ai professionisti sanitari insight pratici e basati su evidenze per implementare il trattamento appropriato del paziente critico con infezione da CRAB in UTI.

RElatori

Prof. Matteo Bassetti

Ospedale San Martino (GE)

Prof. Massimo Antonelli

Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS

Con il contributo non condizionante di



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Popular Science Italia © 2024