L’ipoalbuminemia può fungere da marcatore per la mortalità nell’insufficienza cardiaca

L’ipoalbuminemia è associata a mortalità intraospedaliera e a lungo termine significativamente più alte, e mostra un’accuratezza predittiva paragonabile a quella riportata per il peptide natriuretico cerebrale (BNP) sierico. “L’ipoalbunimemia è comune nell’insufficienza cardiaca, tuttavia, la sua fisiopatologia e le implicazioni cliniche sono scarsamente comprese.…

Leggi