SALUTE ORALE

I benefici nascosti di
una corretta igiene orale

Oltre agli effetti più evidenti, come prevenzione di carie, parodontiti e perdita dei denti, una buona salute orale è legata al benessere generale della persona e a benefici che si riflettono su tutto l’organismo

Spazzolare i denti dopo ogni pasto, completare la pulizia usando il filo interdentale per eliminare la placca batterica nelle zone più difficili e usare un dentifricio a base di fluoro: è la ricetta per una corretta igiene dentale che lo stesso Ministero della Salute italiano consiglia a tutti, per assicurarsi che ognuno goda di una buona salute orale1.

Una bocca in buona salute aiuta il benessere generale della persona. I denti, per esempio, non sono importanti solo per la masticazione, ma hanno un ruolo essenziale nell’articolazione delle parole e nella vita di relazione, per cui chi non sorride a causa di una bocca ‘poco curata’ può essere limitato nei rapporti sociali1. Inoltre, chi soffre di parodontiti e gengiviti, circa una persona su due nei paesi occidentali, può avere una ridotta nutrizione e manifestare una bassa autostima e una scarsa qualità di vita2.

L’igiene orale serve a eliminare meccanicamente la placca batterica dai denti e prevede, secondo le linee guida del Ministero, il corretto spazzolamento di questi, da eseguire tre volte al giorno per circa 2-3 minuti, meglio se con uno spazzolino dalla testina medio-piccola e provvisto di setole di durezza media, da sostituire almeno ogni due mesi, e l’uso quotidiano di filo interdentale1. La stragrande maggioranza degli italiani è colpita da malattie del cavo orale, ma l’adozione quotidiana delle precise pratiche di igiene, può aiutare a prevenire eventuali processi patologici1; processi che possono, poi, dar luogo a effetti a livello sistemico.

 

Basti pensare, per esempio, al collegamento tra apparato circolatorio e bocca, strettamente interconnessi visto che i batteri del cavo orale, attraverso le ferite causa del sanguinamento parodontale, possono giungere nel sistema circolatorio, generando infiammazioni che portano ad un aumento del rischio di malattie cardiovascolari o al peggioramento di condizioni preesistenti, tanto che gli esperti vedono le parodontiti come un fattore di rischio modificabile per le malattie cardiovascolari3 e l’igiene orale come una prevenzione primaria per queste patologie4.

C’è anche una forte associazione tra parodontiti e diabete. In una persona che soffre di parodontiti, tenere sotto controllo il diabete è più complesso e coloro che soffrono di entrambe queste patologie sono a maggior rischio di andare incontro a complicanze gravi del diabete rispetto alle persone che soffrono solo della malattia metabolica2. I diabetici, inoltre, hanno una probabilità tre volte più elevata di manifestare malattie parodontali.

Anche la salute delle ossa, infine, è fondamentale. L’osteoporosi, dovuta allo squilibrio tra l’attività delle cellule responsabili della manutenzione delle ossa, osteoclasti e osteoblasti, porta a una progressiva diminuzione della densità ossea. Questa condizione può colpire anche le ossa mandibolare e mascellare, per cui, nella peggiore delle ipotesi, i denti cadono, ma anche nella migliore situazione, se l’osso è danneggiato, viene a crearsi uno spazio attorno al dente che può, più facilmente, entrare in contatto con i batteri, così che l’osteoporosi è associata a un aumento di sei volte dei rischio di parodontiti ricorrenti5.

Riferimenti:

1. Salute dei denti e della bocca – Le regole della prevenzione
https://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?lingua=italiano&id=723&area=Sorriso%20salute&menu=patologie

2. Perio & Diabetes. Recommendations for medical professionals and pharmacists. (2020)
https://www.efp.org/fileadmin/uploads/efp/Documents/Campaigns/Perio_and_Diabetes/Recommendations/recommendations_03-medical.pdf

3. Sanz M. et al., Periodontitis and cardiovascular disease: Consensus report. J Clin Periodontol (2020) 47(3):268-288.

4. https://www.efp.org/fileadmin/uploads/efp/Documents/Campaigns/Perio_and_Cardio/Recommendations/Perio_cardio-Recomm-02-MedProf.pdf

5. Holmstrup P. et al., Comorbidity of periodontal disease: two sidesof the same coin? An introduction for the clinicians. J Oral Microbiol (2017) 9(1):1332710

L’IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE ORALE
PER IL BENESSERE GENERALE

SCOPRI DI PIÙ

 

DIABETE

L'importanza
della prevenzione orale

SALUTE ORALE E MALATTIE CARDIOVASCOLARI

Occhio all’infiammazione

OSSA IN SALUTE

Sorriso garantito

CURARE LE PARODONTITI

Dalla diagnosi alla terapia causalefino all'intervento chirurgico

COVID-19

La salute orale ai tempi
del COVID-19

EDENTULISMO

I denti NON si perdono
per vecchiaia

Perché la salute orale è importante

CON IL CONTRIBUTO NON CONDIZIONANTE DI: