Staphylococcus aureus sensibile alla meticillina all’interno delle unità di terapia intensiva neonatale  

I neonati prematuri, specialmente quelli con peso alla nascita da basso a molto basso, sono spesso molto vulnerabili alle infezioni nosocomiali, come quelle causate da Staphylococcus aureus. In effetti, le infezioni da S. aureus risultano tra le principali cause di infezioni associate all’assistenza sanitaria nelle unità di terapia intensiva…

Leggi

Il ruolo di Kingella kingae nella riduzione del trattamento antimicrobico in bambini affetti da OAI

In questo studio Pre-school Osteoarticular Infection (POI), i ricercatori hanno voluto descrivere l’onere della malattia, l’epidemiologia, la microbiologia e il trattamento delle infezioni osteoarticolari acute (OAI) e l’importante ruolo di Kingella kingae in queste infezioni. Il batterio Kingella kingae, infatti, è un microrganismo che frequentemente colonizza…

Leggi

Clostridioides difficile tra i pazienti ospedalizzati

L’ infezione da Clostridioides difficile (CDI) è un’infezione piuttosto comune, associata all’assistenza sanitaria ed è spesso utilizzata come indicatore di sicurezza e qualità della struttura ospedaliera. Tuttavia, alcuni protocolli sanitari che vengono effettuati prima del ricovero possono aumentare il rischio di CDI. I ricercatori hanno quindi…

Leggi

Acinetobacter baumannii complex: rapporto e mortalità-associata delle infezioni polimicrobiche

Differenziare l’infezione da Acinetobacter baumannii complex (ABC) dalla colonizzazione rimane tuttora difficile, soprattutto nelle infezioni polimicrobiche. Per valutare la frequenza delle infezioni polimicrobiche ABC e la mortalità associata, i ricercatori sono partiti dall’ipotesi di una minore mortalità nelle infezioni polimicrobiche nel caso in cui ABC riflettesse…

Leggi