Epatiti

Epatite C: recidive tardive nei pazienti sotto antivirali ad azione diretta

E’ stato condotto uno studio con lo scopo di identificare fra i pazienti in cui gli antivirali ad azione diretta hanno fallito, quelli che sviluppano una recidiva tardiva, ossia dopo aver ...

Approfondisci
Epatite B: consigliata sorveglianza oncologica nei pazienti anziani

La sorveglianza per i carcinomi epatocellulari dovrebbe proseguire nei pazienti con epatite B al di sopra dei 50 anni, anche dopo 5 anni di terapia per l’epatite B. Lo rivela lo studio PAGE-B, ...

Approfondisci
Epatite C correlata a nefropatie croniche e progressione verso la nefropatia terminale

L’infezione da Hcv è importante non soltanto come causa di epatopatia cronica, ma anche per via di manifestazioni extraepatiche che possono comprendere la nefropatia cronica. L’Hcv è ...

Approfondisci
Epatite C nei bambini e nei giovani: epidemiologia e storia naturale

L’infezione cronica da Hcv rappresenta un carico sanitario globale. Per quanto essa di rado contribuisca alla morbidità infantile, la maggior parte dei bambini con infezione da Hcv sviluppan ...

Approfondisci
Epatite B: opportuna sorveglianza oncologica nei pazienti anziani

La sorveglianza per i carcinomi epatocellulari dovrebbe proseguire nei pazienti al di sopra dei 50 anni sottoposti a 5 anni di terapia per l’epatite B cronica, come emerge da un’analisi dello ...

Approfondisci
Epatite C: è possibile ridurre la terapia con Daa da 12 a 6 settimane

(Reuters Health) – Gli agenti antivirali ad azione diretta (Daa) hanno rivoluzionato il trattamento dell’epatite C, eradicando il virus Hcv e consentendo una cura con effetti ...

Approfondisci
Epatite C: farmaci efficaci nei soggetti che fanno uso di droghe iniettive

I soggetti che fanno uso di droghe iniettive possono aderite ai regimi terapeutici in modo abbastanza efficace da venire curati dall’epatite C. Lo dimostra lo studio ANCHOR, condotto su 100 ...

Approfondisci
Epatite C: la terapia può essere limitata a sole 8 settimane

Un regime di 8 settimane basato sulla combinazione di glecaprevir e pibrenasvir può eliminare la maggior parte dei genotipi dell’Hcv nei pazienti mai trattati con cirrosi compensata. Lo ...

Approfondisci
Organi infetti da Hcv considerati sicuri per il trapianto

Gli antivirali ad azione diretta possono rendere il trapianto di organi infetti da Hcv sicuro per soggetti che non sono infettati dal virus. Questo dato potrebbe espandere la disponibilità degli ...

Approfondisci
La sfida contro l’Hcv non è ancora vinta

Secondo l’ultimo aggiornamento Aifa, sono stati finora trattati oltre 156mila pazienti con Hcv. “Considerando che il Piano ministeriale prevedeva 80mila trattati all’anno per 3 anni, ...

Approfondisci
  • Leggi la Rivista:

     
  • Leggi la Rivista:

     
  • Leggi la Rivista:

     
  • Leggi la Rivista: