Web: una persona su 6 segue ossessivamente online news negative

Sei un doom-scroller, cioè una persona che segue ossessivamente le notizie negative sul telefonino o tablet? Sei in una buona compagnia. Secondo uno studio Usa pubblicato sulla rivista Health Communication, ha questa abitudine una persona su sei. Il termine doom-scroller, che si riferisce al gesto ripetuto di ‘scrollare’, di scorrere, le news sui dispositivi, è diventato popolare con la pandemia e le elezioni americane nel 2020, e lo studio ha voluto verificare quanto questa tendenza fosse diffusa e quali fossero le conseguenze in termini di benessere psicologico con un sondaggio online su 1.100 adulti.

I risultati hanno evidenziato che il 16,5% di coloro che hanno risposto al sondaggio mostrava segni di fruizione di notizie “gravemente problematici”. Questa fruizione, riportano i ricercatori della Texas Tech University, “preoccupava spesso le loro menti” e le lasciava così assorbite da “dimenticare” il mondo che li circondava. Circa tre quarti di coloro che rientravano nel gruppo dei doom-scroller sentivano di soffrire di problemi di salute mentale, inclusi ansia e stress.

I ricercatori sottolineano che il rischio è cadere in un “circolo vizioso” di controllo di ogni aggiornamento su una notizia negativa o preoccupante che porta a trovarsi in uno “stato di allerta costante”. Attenzione però: la soluzione non è smettere drasticamente di aggiornarsi su ciò che accade, lo si può fare per qualche giorno se si sente di dover ‘staccare’. La cosa più importante è sviluppare un rapporto sano con la fruizione delle notizie stesse, un giusto distacco.

Post correlati

Lascia un commento

*



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Popular Science Italia © 2022