Viatris, primo Report di Sostenibilità

Viatris ha pubblicato oggi il suo primo report di sostenibilità, che ne rafforza il ruolo nell’ambito della responsabilità sociale d’impresa e l’impegno nel fare la propria parte per rispondere ad alcune delle esigenze più urgenti in ambito sanitario a livello mondiale, attraverso l’accesso sostenibile a farmaci di alta qualità, indipendentemente dal luogo o dal contesto di riferimento.

Il report offre una visione completa delle attività di Viatris in relazione agli aspetti ambientali, sociali e di governance (ESG) e delinea l’impegno portato avanti nel corso dello scorso anno in cinque aree principali: salute dei pazienti, salute dei collaboratori, salute ambientale, salute pubblica globale e salute della comunità. Il report include anche un approfondimento sul ruolo di Viatris nella lotta contro COVID-19.

“Con solo metà della popolazione globale in grado di ricevere servizi sanitari essenziali – un dato ulteriormente aggravato dalla pandemia di COVID-19 – c’è molto da fare per assicurare un accesso sostenibile ai farmaci a livello globale – commenta il CEO Michael Goettler – In Viatris, la nostra piattaforma globale e il nostro ampio portafoglio ci mettono nelle condizioni di poter fare la differenza. La sostenibilità è fondamentale per la nostra mission ed essenziale al raggiungimento delle nostre priorità di business. Crediamo che le aziende possano essere una forza positiva, per questo Viatris è orgogliosa di essere uno dei firmatari del Global compact dell’ONU e dei suoi 10 principi”.

Ecco nel dettaglio alcune delle azioni implementate da Viatris nelle cinque aree individuate dal report:

 

Lotta contro COVID-19

  • Tutelare la salute e la sicurezza dei colleghi e delle loro famiglie in tutto il mondo come principale priorità.
  • Partecipare al trial SOLIDARITY dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), un impegno senza precedenti a livello globale per individuare possibili cure.
  • Aumentare la produzione del farmaco antivirale remdesivir e continuare a lavorare con le autorità governative in India per ridurre ulteriormente il costo dei farmaci ed educare oltre 20.000 professionisti sanitari sull’utilizzo del prodotto durante la seconda ondata di COVID-19 nel 2021.

 

La salute dei pazienti

  • Creare il Global Healthcare Gateway per offrire ai partner accesso immediato alla piattaforma operativa di Viatris, ampliando l’accesso ai farmaci per i pazienti e amplificando l’impegno strutturato in R&D.
  • Soddisfare i molteplici bisogni dei pazienti attraverso gli sforzi in R&D, mantenendo al contempo l’impegno verso la qualità e la compliance. Tra gli altri risultati raggiunti, nel 2020 abbiamo ricevuto l’approvazione per la prequalificazione (PQ) da parte dell’OMS per cinque nuovi prodotti per malattie infettive: uno per l’HIV, due per l’epatite C e due per la TB (tubercolosi). La prequalificazione permette l’approvvigionamento dell’ONU e di altri donatori multilaterali, e i processi di registrazione accelerata nei Paesi a basso e medio-basso reddito.

 

 La salute dei collaboratori

  • Sostenere una duplice focalizzazione sulla salute e il benessere dei collaboratori, e lo sviluppo dei talenti. Viatris ha supportato circa 10.000 dipendenti nel passaggio al lavoro da remoto e ha adottato protocolli per tutelare la sicurezza dei lavoratori in presenza nei siti, introducendo al contempo nuove risorse come i training on-demand e gestiti da docenti virtuali, con 68.000 corsi completati, e 1.000 leader sono stati formati sul nuovo modello di coaching aziendale.
  • Ampliare l’impegno dell’azienda per rafforzare la diversity e l’inclusione, tra cui la creazione dei primi quattro Employee Resource Groups dell’organizzazione, dedicati alle persone di colore, alle donne, al mondo LGBTQ+ e ai genitori che lavorano.

 

La salute ambientale

  • Impegno a realizzare analisi di scenario e dei potenziali rischi per stabilire nuove linee guida per la gestione del cambiamento climatico, dell’acqua e dei rifiuti. I risultati ispireranno gli obiettivi futuri in ogni area, inclusa la definizione di strategie e target basati sulla scienza.
  • Aumentare l’utilizzo di energia rinnovabile di oltre il 400% in 5 anni e raggiungere l’obiettivo “zero rifiuti in discarica” in due ulteriori siti in India, portando il numero totale di siti a livello globale con questo status a 13.

 

 Salute pubblica globale

  • Confronto dell’azienda con oltre 100 associazioni di categoria in oltre 40 Paesi su temi come equivalenti, biosimilari, farmaci originator, OTC, dispositivi medici, integratori alimentari e altri parafarmaci, oltre che con gruppi che operano all’interno del settore. Ricoprire ruoli di rilievo in oltre 25 associazioni di settore, educando e generando un impatto a livello globale, regionale e locale.
  • Perseguire le priorità delle politiche di advocacy, attraverso le relazioni con partner, associazioni di pazienti e associazioni di settore per tutelare l’accesso a farmaci di qualità, costruire mercati più sani, rafforzare una fornitura dei trattamenti sicura e resiliente tra le frontiere.

 

 La salute della comunità

  • Donare oltre 500 milioni di dosi di farmaci, in un’ampia gamma di aree terapeutiche, a persone che ne hanno bisogno in tutto il mondo, colpite da emergenze o in situazione di povertà. Tali donazioni di prodotti hanno incluso aghi e penne per insulina e self-test HIV.
  • Collaborare con Sesame Workshop per la creazione di risorse a supporto delle esigenze dal punto di vista sociale ed emotivo delle famiglie di diverse generazioni e in varie zone del mondo durante la pandemia di COVID-19.

“Il nostro primo report sulla sostenibilità ci ha permesso davvero di esaminare e rafforzare il nostro impegno in tutta l’organizzazione per avere un impatto positivo e agire in modo responsabile – conclude Lara Ramsburg, Head of Corporate Affairs – Il nostro impegno per la sostenibilità è un driver fondamentale della nostra performance. Poiché sappiamo che una buona salute è importante per tutti, ovunque, ci impegniamo a fare la nostra parte per fare una differenza significativa nella vita dei pazienti, dei nostri colleghi e delle comunità di tutto il mondo”.

Post correlati

Lascia un commento

*