Tumori della bocca in crescita: dagli esperti le 6 mosse per diagnosticarli

tumore boccaSono 43.000 l’anno i nuovi casi di tumori del cavo orale con un aumento tra i giovani (40%), ma una diagnosi precoce potrebbe essere possibile in poche semplici mosse. Di questo si è parlato durante il 23/esimo Congresso del Collegio dei Docenti Universitari di Discipline Odontostomatologiche della Sapienza Università di Roma.

I fattori di rischio
Fumo e alcol sono, nell’80% dei casi, i principali fattori di rischio del tumore del cavo orale, il restante 20% è costituito da scarsa igiene orale, scorretto posizionamento di protesi dentarie, dieta povera di frutta e verdura e, sempre più spesso, infezione da Papillomavirus (HPV), quest’ultima trasmissibile sessualmente. A pesare inoltre la diagnosi che arriva in ritardo a causa della più scarsa propensione degli italiani di sottoporsi a visite dentistiche.

Come prevenirli in sei mosse
“Il numero globale di nuovi casi è in aumento e la sopravvivenza a cinque anni resta attualmente ancora bassa”, ha dichiarato Antonella Polimeni, Direttore del Dipartimento Testa Collo del Policlinico Umberto I, Sapienza Università di Roma. Eppure diagnosticarli non è difficile, spiegano gli esperti. Innanzitutto bisogna tirare fuori la lingua e controllare con una garza la presenza di eventuali macchie biancastre o rosse, noduli o grumi. Quindi proseguire a tastare guance e labbra per sentire eventuali noduli e verificare la presenza di macchie.

Esaminare poi il pavimento della bocca con due dita, una dal basso e l’altra dall’alto. Quindi è la volta del palato. Infine palpare l’area del collo e della gola per sentire linfonodi che possono essere la spia di un’infezione o di qualcosa di più serio. Tra i sintomi che potrebbero suggerire la presenza di un tumore del cavo orale, concludono gli esperti, ci sono dolore o bruciore di natura sconosciuta persistente, sanguinamento, mal di gola che non guarisce, modificazioni della voce.

Post correlati

Lascia un commento

*