Scrivere su carta stimola cervello più che su schermo

Scrivere su carta sollecita la memoria e l’apprendimento più  che farlo su uno schermo. Le informazioni uniche, complesse, spaziali e tattili associate alla scrittura a mano su carta fisica sono probabilmente ciò  che porta a una migliore memoria. Lo rileva una ricerca dell’Università  di Tokyo, pubblicata su Frontiers in Behavioral Neuroscience.

Nello studio, 48 volontari hanno letto una conversazione immaginaria tra personaggi che discutevano dei loro piani per due mesi nel prossimo futuro, inclusi 14 diversi orari di lezione, date di scadenza dei compiti e appuntamenti personali. I ricercatori hanno eseguito analisi pre-test per garantire che i volontari, di età  compresa tra i 18 ei 29 anni e reclutati da campus universitari o uffici, fossero  suddivisi in tre gruppi in base alle capacità  di memoria, preferenza personale per metodi digitali o analogici, sesso, età e altri aspetti.    I volontari hanno quindi registrato il programma immaginario utilizzando un agenda cartacea e una penna, un’app di calendario su un  tablet o  su uno smartphone grande  con touch-screen. Dopo un’ora, i volontari hanno risposto a una serie di scelte multiple semplici e complesse. Mentre completavano il test, sui volontari è stata  effettuata una risonanza magnetica (MRI).

I partecipanti che hanno utilizzato un’agenda cartacea hanno compilato il calendario in circa 11 minuti. Gli utenti di tablet hanno impiegato 14 minuti e quelli di smartphone circa 16 minuti.    I volontari che hanno utilizzato metodi analogici hanno ottenuto punteggi migliori solo su domande semplici, ma i dati di attivazione del cervello hanno rivelato differenze significative. I volontari che hanno utilizzato la carta hanno mostrato più  attività cerebrale nelle aree associate al linguaggio, alla visualizzazione immaginaria e all’ippocampo, un’area importante perchè legata a memoria e orientamento.    I ricercatori affermano che l’attivazione dell’ippocampo indica che i metodi analogici contengono dettagli spaziali più ricchi che possono essere richiamati alla mente.

Post correlati

Lascia un commento

*