NATIONAL SUMMIT: L’innovazione al servizio del paziente con linfoma

L’innovazione terapeutica nella cura delle patologie onco-ematologiche e in particolare dei linfomi ha permesso a milioni di persone in tutto il mondo di portare avanti progetti di vita, guardando con speranza al futuro oltre la malattia.
Il mese di settembre, dedicato alla sensibilizzazione sui tumori ematologici, è una preziosa occasione per accendere i riflettori sulla figura del paziente con linfoma che deve essere sempre più risorsa strategica nell’organizzazione dei percorsi di presa in carico. In questa prospettiva il paziente, oltre a dover beneficiare delle migliori terapie disponibili, anche in contesti d’emergenza, può e deve essere considerato parte attiva nel suo percorso di cura.
Qualità della vita, innovazione terapeutica, empowerment del paziente, indicazioni alla vaccinazione contro il Covid-19, rapporto medico-paziente e utilizzo di telemedicina e teleconsulto oltre l’emergenza pandemica, sono solo alcuni dei temi al centro del confronto in cui saranno protagonisti Clinici e Associazioni di Pazienti per ridisegnare, insieme, nuovi modelli di governance e presa in carico.

PARTECIPANTI

  • Davide Petruzzelli, Presidente La Lampada di Aladino Onlus
  • Paolo Corradini, Direttore Divisione di Ematologia, Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori; Università degli Studi di Milano
  • Marco Ladetto, Professore Associato di Ematologia, Università del Piemonte Orientale, Azienda Ospedaliera Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo, Alessandria
  • Francesco Passamonti, Professore di Ematologia, Università dell’Insubria, Direttore Ematologia Varese
  • Marco Vignetti, Presidente Fondazione GIMEMA e Vice Presidente Nazionale AIL