Home » Medicina » Medtronic punta alla diagnosi precoce del tumore del polmone

Medtronic punta alla diagnosi precoce del tumore del polmone

Raggiungere meglio aree difficili del polmone, per diagnosticare precocemente eventuali noduli maligni, anche di piccole dimensioni. È quanto sarebbe in grado di fare il catetere di ablazione Emprint di Medtronic, guidato attraverso il sistema di navigazione superDimension. L’azienda di dispositivi medici ha condotto una sperimentazione di un anno, pubblicata sul Journal of Thoracic Oncology.

Nello specifico, il trial, che ha coinvolto 1.215 pazienti provenienti da 29 centri americani, ha rilevato che il 65% dei pazienti con carcinoma polmonare primario era nelle primissime fasi, con circa la metà delle lesioni di diametro inferiore ai 20 millimetri.
Un risultato importante, dal momento che la diagnosi precoce è fondamentale per migliorare i risultati a lungo termine delle terapie.

In particolare, Medtronic ha valutato le capacità diagnostiche di Emprint guidato dal sistema superDimension, includendo un follow-up a lungo termine dei casi negativi.
La procedura è stata portata a termine con successo nel 94% dei pazienti in studio e nel 73% dei casi si è avuta una diagnosi, a fronte di bassi tassi di complicanze.
Ad esempio, le lesioni della parete dell’organo, che causano un collasso del polmone, si sarebbero verificate solo nel 4,3% dei pazienti.

Il sistema superDimension è approvato negli USA e ha ottenuto anche il marchio CE in Europa, oltre a essere disponibile in Giappone, Corea e Cina, mentre il catetere di ablazione Emprint ha il marchio CE ma non è utilizzato negli Stati Uniti.
Medtronic sta progettando ora uno studio prospettico su un massimo di 30 pazienti per valutare sicurezza e prestazioni dell’ablazione termica broncoscopica con Emprint e superDimension.

Tag

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*