Infedeltà? Questione di geni

shutterstock_238470448“Mi hai tradita, dimmi la verità!”. “Ebbene sì, lo ammetto, ma è colpa del mio DNA”. Uomini e donne che siate non fa differenza, se siete più o meno fedeli nei confronti del vostro partner potrebbe dipendere da fattori genetici e non semplicemente da un’inclinazione personale, o da fattori psicologici e culturali. A dirlo sono alcuni studi presentati in occasione del XXIII Congresso dell’Associazione europea di psichiatria (Epa), durante il quale è stata dedicata alla questione un’intera sessione dei lavori.

“Alcuni primi studi pubblicati di recente – spiega lo psichiatra Richard Balon, della Waynestate University di Detroit (Usa) – suggeriscono che vi sono soggetti più o meno predisposti geneticamente alla fedeltà o all’infedeltà sessuale. Tale predisposizione genetica sarebbe correlata ai sistemi ormonali della dopamina, l’ormone del piacere e della ‘curiosità’, e dell’ossitocina, noto anche come l’ormone della gravidanza e dei ‘legami'”. Tuttavia per giungere a delle conclusioni definitive, avvertono gli esperti, sono necessarie ulteriore ricerche su campioni più ampi di popolazione. Attenti dunque a non usarla troppo come scusa, mancano ancora le prove schiacciati!

Post correlati

Lascia un commento

*