Elettricità: l’idea cinese è svilupparla sfruttando le maree

Un generatore di corrente realizzato sfruttando il flusso delle maree. A realizzarlo è stata la Harbin Electric Machinery Company parte della Harbin Electric Corporation uno dei maggiori produttori di apparecchiature per centrali elettriche in Cina. Il generatore ha la maggiore capacità per singola unità del Paese, di 600 chilowatt, superando i test di approvazione del Ministero delle Risorse Naturali

Nel corso dei 10 anni di sviluppo, l’azienda ha compiuto progressi nelle tecnologie chiave, compreso il sistema di trasmissione, così come l’elevata capacità anticorrosiva e antivegetativa del generatore, che ha migliorato la sua capacità di funzionare in modo sicuro e stabile e di far fronte a condizioni ambientali difficili come i tifoni.

Secondo la società, il generatore ha completato 720 ore di operazioni di prova, con un’efficienza di conversione dell’energia idroelettrica fino al 37%. Le correnti di marea dell’oceano sono in grado di fornire energia stabile in quanto fonte di elettricità pulita.

Il generatore nazionale è di grande importanza per risolvere i problemi di approvvigionamento energetico del Paese e fornire energia ai monitor marini subacquei.    Secondo la società, il generatore può inoltre contribuire alla commercializzazione dello sfruttamento delle correnti di marea.

Post correlati

Lascia un commento

*