Coronavirus, solo il 20% degli infetti non sviluppa sintomi

(Reuters Health) – Tra le persone infette da SARS-CoV-2, solo una minoranza è asintomatica. Il dato emerge da una review condotta da ricercatori svizzeri, coordinati da Nicola Low, dell’Università di Berna. Lo studio è stato pubblicato da PLoS Medicine.

La review ha raccolto 79 studi che hanno coinvolto 6.616 persone risultate positive al COVID-19, seguite e monitorate per valutarne i sintomi.

Tra gli infetti c’erano sia persone che inizialmente erano asintomatiche e che poi avevano sviluppato sintomi, sia coloro che restavano asintomatici. I ricercatori hanno scoperto che solo il 20% degli infetti non ha mai sviluppato i sintomi.

Cinque studi tra quelli analizzati, in particolare, contenevano dettagli sui contatti tra le persone e hanno fornito ai ricercatori dati sufficienti per esaminare la diffusione della malattia.

Il rapporto di rischio per la trasmissione da persone asintomatiche rispetto alle sintomatiche è di 0,35, e per le persone pre-sintomatiche rispetto alle sintomatiche è pari a 0,63.

“C’è una notevole quantità di trasmissione durante la fase pre-sintomatica”, sottolinea Nicola Low, autore principale dello studio, che sottolinea come sia “importante mantenere una serie di misure di prevenzione per ridurre la trasmissione, compreso indossare le mascherine, mantenere le distanze interpersonali, ed espandere l’uso di test e tracciamento dei contatti”.

Fonte: PLoS Medicine
Linda Carroll
(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

Post correlati

Lascia un commento

*