Home » Medicina » Colecistectomia e riduzione del rischio di ictus

Colecistectomia e riduzione del rischio di ictus

(Reuters Health) – Secondo un nuovo studio di coorte retrospettivo, la colecistectomia è associata alla riduzione del rischio di ictus.

Yeh Yung-Hsiang e colleghi, dello Show Chwan Memorial Hospital di Changhua, Taiwan.hanno preso in esame155.356 pazienti con calcoli sottoposti a colecistectomia e 155.356 pazienti con calcoli che non avevano subito l’asportazione della cistifellea.
Nel periodo 2000-2012, 19.096 dei pazienti che non avevano subito una colecistectomia (17,8/1.000 persone anno) e 11.913 di quelli si erano sottoposti a questo intervento (10,6/1.000 persone anno) hanno avuto un ictus.

Il rischio è risultato significativamente inferiore con la colecistectomia per tutti i tipi di ictus (hazard ratio, 0,60), ictus ischemico (HR, 0,60) e ictus emorragico (HR, 0,55).
Il rischio di ictus era significativamente inferiore sia per i pazienti con calcoli sintomatici sia asintomatici dopo colecistectomia, rispetto ai soggetti asintomatici a cui non era stata rimossa la cistifellea.

“I medici dovrebbero effettuare una valutazione completa dei fattori di rischio cardiovascolare soggiacenti per i pazienti con calcoli biliari”, sototlinea Yung-Hsiang.“I calcoli possono condurre a una condizione infiammatoria caratterizzata dalla ritenzione della bile nella cistifellea. L’infiammazione acuta o cronica riveste un ruolo fondamentale negli eventi vascolari. Pertanto, presumiamo che la colecistectomia possa ridurre il rischio di ictus eliminando il meccanismo infiammatorio. Tuttavia, per rispondere a queste domande sono necessari ulteriori studi”.

Fonte: Journal of Gastroenterology and Hepatol 2019.
Anne Harding
(Versione Italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*