Home » Medicina » Zuckerberg: 50 milioni a idee innovative per la cura delle malattie

Zuckerberg: 50 milioni a idee innovative per la cura delle malattie

Arrivano i primi fondi per finanziare idee e ricerche “visionarie” in campo biomedico da parte di Mark Zuckerberg e dalla moglie Priscilla Chan. L’iniziativa, chiamata Chan Zuckerberg Biohub e condotta in collaborazione con le università californiane di Stanford, Berkeley e San Francisco, ha l’ambizioso obiettivo di trovare strategie innovative per “curare, prevenire o controllare” qualsiasi tipo di malattia entro la fine del secolo. In tutto saranno 50 milioni di dollari, distribuiti in 5 anni per finanziare 47 nuove idee che difficilmente potrebbero accedere ai fondi ‘tradizionali.

Secondo gli ideatori di Biohub è impossibile prevedere dove possa arrivare la ricerca di base e un esempio arriva dalla tecnica del ‘taglia-incolla’ del Dna che in pochissimo tempo ha rivoluzionato il mondo della genetica. Difficilmente i criteri di assegnazione dei fondi ‘tradizionali’ possono sostenere studi in settori ancora sconosciuti e per questo il comitato scientifico di Biohub ha selezionato una cinquantina di proposte per esplorare percorsi mai battuti e ad altissimo rischio di insuccesso.

“Abbiamo chiesto ai ricercatori di proporci le loro idee più rischiose”, ha detto Stephen Quake, bioingegnere dell’università di Stanford e tra i coordinatori di Biohub, e dalle 750 proposte arrivate ne sono state selezionate 47. Nella lista dei vincitori ci sono anche Jill Banfield, dell’Università della California, i cui studi hanno contribuito allo sviluppo della tecnica di editing genetico Crispr, e Manu Prakash, di Stanford, ideatore di un microscopio pieghevole fatto di carta al costo di 1 dollaro.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*