Vincere alla lotteria e dormire bene ci rende felici allo stesso modo

Può sembrare assurdo ma sia che dormiamo bene sia che vinciamo al superenalotto del valore di circa 233mila euro i benefici per la nostra salute fisica e felicità sarebbero gli stessi. A rivelare la curiosa verità è uno studio dell’Università di Warwick pubblicata su Sleep.

La ricerca
Gli studiosi hanno preso in esame i dati di 30.500 persone nelle famiglie britanniche. Tutte avevano un’età superiore ai 16 anni e hanno partecipato allo UK Household Longitudinal Survey, un sondaggio realizzato per rilevare anche le abitudini di sonno, il livello di salute e il benessere, in due fasi distinte: nel biennio 2009-2011 e in quello 2012-2014.

Dai risultati è emerso che chi aveva allungato la durata del sonno, migliorato la qualità e ridotto l’utilizzo di medicinali per dormire, aveva anche un punteggio migliore in un test, il General Health Questionnaire, utilizzato per monitorare il benessere psicologico. Un risultato simile a quello ottenuto con 8 settimane di terapia cognitivo-comportamentale basata su una particolare tecnica particolare che fa perno sulla consapevolezza.

Inoltre, coloro che mostravano dei miglioramenti nel sonno avevano anche punteggi migliori nel 12-Item Short Form Survey, che ‘testa’ i livelli di salute fisica ed emotiva, cosi’ come la capacità delle persone di svolgere le attività quotidiane. Al contrario, chi aveva visto peggiorare qualità e quantità del sonno e utilizzava più medicinali per dormire mostrava anche uno stato peggiore di salute fisica ed emotiva. “I risultati attuali suggeriscono che un cambiamento positivo nel sonno è legato a un migliore benessere fisico e mentale”, conclude Nicole Tang, prima autrice della ricerca.

Post correlati

Lascia un commento

*