Home » Medicina » Via libera a esperimento per risvegliare da morte cerebrale  

Via libera a esperimento per risvegliare da morte cerebrale  

cervelloUna azienda statunitense ha appena ricevuto il via libera dalle autorità regolatorie per provare a ‘risvegliare’ 20 persone di cui è stata dichiarata la morte cerebrale. L’esperimento, spiega un articolo sul Telegraph, servirà a capire se ci sono almeno delle parti del sistema nervoso che e’ possibile rigenerare.

Il test verrà eseguito su 20 pazienti che hanno subito un trauma cerebrale fatale, che verranno sottoposti a diverse tecniche per la rianimazione, dall’iniezione di staminali e peptidi alla stimolazione con il laser. La prima fase dell’esperimento si svolgerà in un ospedale in India.

Questo è il primo test di questo tipo – spiega Ira Pastor, amministratore delegato della compagnia – Noi pensiamo che un pieno recupero di questi pazienti sia una possibilità, anche se per ora non e’ questo lo scopo dello studio. Attraverso l’esperimento avremo delle informazioni uniche sullo stato di morte cerebrale, che avranno una importante connessione con futuri sviluppi terapeutici per altri problemi come il coma e lo stato vegetativo, oltre che per una serie di malattie neurodegenerative”.

Tag

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

2 Responses to "Via libera a esperimento per risvegliare da morte cerebrale  "

  1. Il tentativo di risveglio da coma cerebrale appare come una buona cosa, se la qualità del risveglio sarà “utile” ai fini della vita e non solo una diversa “attesa di morte”.
    Sperare in una ripresa “vitale” è un meraviglioso obiettivo, in agguato il rischio di avere altri aspiranti all’eutanasia consapevole

  2. Presentare la notizia in questo modo può essere davvero devastante in quanto lascia trasparire che sia possibile resuscitare qualcuno. la morte cerebrale è la morte dell’individuo e far passare la notizia come possibile risveglio è davvero sbagliato e molto pericoloso.
    Capisco che al giornalista, benché “scientifico” possa apparire molto attraente l’idea e quindi il presentarla così, ma credo che in realtà sia molto diversa.
    Sembrerebbe che stiano per provare a rigenerare alcune aree del cervello di persone decedute non con la finalità di risvegliarle ma solo di acquisire informazioni sullo stato di coma.
    Non vengono neppure dati i riferimenti scientifici per poter approfondire la notizia.
    Dare una notizia così non è davvero giornalismo scientifico, anzi ritengo sia il peggior giornalismo che ci sia.

Lascia un commento

*