Via Lattea: ricreata in 3D la barra centrale

Svelati i segreti della parte centrale della Via Lattea, la barra da cui partono i bracci della nostra galassia. La ricostruzione 3D è stata possibile grazie alla mappa delle sue stelle ottenuta combinando i dati della missione Gaia dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) con le osservazioni di telescopi terrestri e spaziali. Pubblicata sulla rivista Astronomy & Astrophysics, la ricerca si deve al gruppo coordinato da Friedrich Anders, dell’Università di Barcellona.

“Sappiamo che la Via Lattea ha una barra centrale, come le altre galassie a spirale, ma finora ne abbiamo avuto solo indicazioni indirette dai movimenti di stelle e gas” rileva Friedrich. “Questa – aggiunge – è la prima volta che vediamo la barra galattica in 3D, grazie alle misure delle distanze fra le stelle” ottenute combinando i dati di Gaia e di altri telescopi terrestri e spaziali. Questa struttura è formata da una grande quantità di stelle e gas che ruotano attorno al centro della galassia.

“Non è ancora chiaro come la barra si sia formata, ma con i dati di Gaia e altri che arriveranno nei prossimi anni siamo certamente sulla strada giusta per scoprirlo”, osserva Cristina Chiappini, del tedesco Leibniz Institute for Astrophysics. L’obiettivo, prosegue, è “ricostruire il modo in cui la Via Lattea si è formata e si è evoluta, e per farlo dobbiamo capire la storia di ognuno dei suoi componenti”.

I ricercatori hanno molte aspettative dal prossimo rilascio di dati del satellite Gaia: pianificato per il 2021, includerà misure delle distanze per un numero molto più grande di stelle e ci si aspetta che consenta di progredire nella comprensione della complessa regione al centro della Via Lattea. Per Anthony Brown dell’università di Leida nei Paesi Bassi, questo studio è “solo un assaggio dei miglioramenti nella nostra conoscenza della Via Lattea che ci si può aspettare dalle prossime misure di Gaia”.

Post correlati

Lascia un commento

*