Home » Medicina » Tumori: occhi puntati sugli enzimi, nuova possibile arma

Tumori: occhi puntati sugli enzimi, nuova possibile arma

tumoreGli enzimi Lpaat potrebbero essere i nuovi bersagli per la lotta alle patologie endocrine e tumorali. Questi enzimi infatti sarebbero al centro di un meccanismo finora sconosciuto che è stato scoperto dai ricercatori dell’Istituto di biochimica delle proteine del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibp-Cnr).

Lo studio
Con un lavoro pubblicato su Nature Communications gli studiosi hanno infatti definito il meccanismo molecolare del processo di separazione e del taglio delle membrane cellulari. In particolare proprio l’enzima Lppat trasforma un acido “arricchendo la membrana e facilitandone il taglio”, spiega Carmen Valente dell’Ibp-Cnr e autrice della ricerca. I processi di modificazione delle membrane, si legge in una nota del Cnr, possono essere alterati in patologie come quelle endocrine e tumorali. Gli enzimi Lpaat potrebbero essere quindi il bersaglio di farmaci per la cura di tali patologie

“Il passo successivo dello studio dell’Ibp-Cnr – aggiunge Valente – potrebbe quindi essere l’identificazione di composti inibitori di questi enzimi e la validazione di questi nuovi bersagli farmacologici, come ho proposto nel progetto ‘Trideo’. Particolarmente promettenti sembrano essere da questo punto di vista il tumore della prostata e l’osteosarcoma”, conclude la ricercatrice. Lo studio e’ stato in parte condotto con tre centri di ricerca di Napoli: l’Istituto Telethon di genetica e medicina, l’Irccs Sdn Istituto di ricerca diagnostica e nucleare, l’Istituto italiano di tecnologia-Crib e con il sostegno dell’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc).

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento


*