Home » Medicina » Tremore della voce: efficace la tossina botulinica

Tremore della voce: efficace la tossina botulinica

(Reuters Health) -Un’iniezione di tossina botulinica sarebbe efficace nei casi di distonia laringea e nel tremore.  Tanto la disfonia spasmodica degli adduttori (ADSD) che il tremore vocale o laringeo (LT) possono essere trattati efficacemente con la tossina botulinica. L’evidenza emerge dal lavoro di un gruppo di ricercatori statunitensi pubblicato da JAMA.
“La convinzione di vecchia data che il tremore della voce (LT) non sia sensibile alla tossina botulinica dovrebbe essere ormai accantonata – dice David Francis dell’Università del Wisconsin a Madison – I pazienti con questo disturbo laterale, infatti, possono essere trattati in modo molto simile a quelli con distonia laringea o con disfonia spasmodica degli adduttori, con risultati sovrapponibili se i pazienti vengono accuratamente selezionati. Quelli con LT mista non risponderanno bene come quelli con LT isolata”.

Lo studio
Francis e i suoi colleghi hanno analizzato retrospettivamente i dati del Vanderbilt Voice Center di pazienti trattati con iniezioni di tossina botulinica A per disfonia spasmodica degli adduttori (ADSD), disfonia spasmodica degli adduttori con tremore vocale o laringeo e  tremore vocale laringeo senza ADSD, dal 1990 al 2016.
I dati del registro sono stati utilizzati per valutare l’efficacia percepita dal paziente rispetto alle iniezioni. In particolare, sono stati considerati  il numero di giorni di “buona voce” riferiti dal paziente (interruzioni della voce o tremore ridotti al minimo con soddisfazione del paziente) e la percentuale di iniezioni associate al raggiungimento della massima qualità della voce (significativa o completa riduzione del tremore vocale o degli spasmi durante un ciclo di trattamento).

I risultati
Come riportato online l’8 febbraio scorso sulla rivista JAMA Otoralyngoiatrics and Head Neck Surgery ,548 pazienti con età media di 57 anni, di cui 81% donne, sottoposti a 12.771 sedute di iniezione botulinica, hanno soddisfatto i criteri di inclusione: a 328 è stata diagnosticata ADSD, a 77 è stata diagnosticata ADSD + LT e 143 sono stati diagnosticati per LT laterale senza ADSD.
Un’analisi preliminare ha rilevato un più elevato numero medio di giorni di “buona voce” dopo un’iniezione di botulino A nei pazienti con LT laterale rispetto a tremore misto (MT), con una differenza media di 11,3 giorni (72,7 vs 61,4); la percentuale media delle iniezioni massimamente utili ottenute durante il ciclo di trattamento è risultata maggiore per LT laterale (65,5%) rispetto al gruppo MT (57,7%). Le analisi successive hanno incluso LT laterale ma escluso MT.

Le evidenze
Complessivamente, dopo la regolazione, il numero medio di giorni di ‘buona’ voce era stato di 81,1 per i pazienti con ADSD, 75,4 per quelli con ADSD + LT e 71,3 per quelli con LT laterale senza ADSD. La percentuale media di iniezioni massimamente utili durante il ciclo di trattamento era stata dell’88,1% per ADSD, dell’83,4% per ADSD + LT e del 70,4% per LT senza ADSD.

Fonte: JAMA Otolaryngol Head Neck Surg

Marilynn Larkin

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*