Home » Medicina » Trapianti: primo caso UK di donazione reni da paziente sieropositivo

Trapianti: primo caso UK di donazione reni da paziente sieropositivo

(Reuters Health) – Reni provenienti da un donatore sieropositivo sarebbero stati trapiantati con successo a due riceventi sempre HIV-positivi. Un intervento che era già stata eseguito in Sudafrica, ma è la prima volta che accade in Gran Bretagna. A riferirlo è stato un gruppo di ricercatori inglesi che ha presentato i due casi sul Clinical Kidney Journal. Il team era guidato da Rachel Hilton del Guy’s Hospital di Londra.

Il donatore era un uomo sieropositivo di 55 anni morto in seguito a emorragia cerebrale. L’infezione da HIV era sotto controllo, con una carica virale sotto le 50 copie/ml negli ultimi tre anni e un numero di CD4+ oltre 200 cellule per millimetro cubo di sangue negli ultimi sei anni. I reni sono stati donati a un uomo di 60 anni di colore e di origini caraibiche che era in lista d’attesa da 563 giorni e un altro uomo di 45 anni, in lista da 306 giorni.

Il primo paziente avrebbe richiesto dialisi dopo il trapianto. Il quinto giorno, inoltre, una biopsia al rene avrebbe trovato un rigetto mediato da cellule T e arterite. Il paziente avrebbe poi risposto bene a opportuno trattamento. Il trapianto ha invece funzionato bene da subito nel secondo paziente, dimesso dopo otto giorni dall’intervento. A due anni dal trapianto, entrambi i pazienti starebbero bene e l’infezione da HIV continuerebbe a essere sotto controllo.

“Le nuove terapie antiretrovirali hanno trasformato la qualità di vita delle persone infette e l’HIV è diventata ormai una malattia gestibile, così i pazienti hanno la possibilità di avere accesso a trattamenti come il trapianto d’organo o donare i proprio organi dopo la morte”, ha sottolineato Hilton alla Reuters Health. Inoltre, secondo la ricercatrice, questa pratica “potrebbe aiutare a risolvere il problema delle lunghe liste d’attesa, almeno tra i pazienti sieropositivi”, ha concluso.

Fonte: Clinical Kidney Journal
Autore: Anne Harding

(Versione italiana Quotidiano Sanità/ Popular Science)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*