Home » Medicina » Sviluppo: inizia a 2 giorni dal concepimento

Sviluppo: inizia a 2 giorni dal concepimento

embrioneIl nostro sviluppo inizia già al secondo giorno dopo la fecondazione, quando l’embrione è composto da appena quattro cellule, tutte con la propria firma genetica e con sottili differenze. A spiegarlo sono i ricercatori guidati da Magdalena Zernicka-Goetz, dell’Università di Cambridge, in uno studio pubblicato su Cell.

Quando l’ovulo viene fecondato dallo spermatozoo, si divide molte volte, diventando una specie di grande ‘palla’ di cellule staminali, che all’inizio sono totipotenti (cioè possono dividersi e crescere per ogni singola cellula del corpo e della placenta, per impiantarsi nell’utero materno). Dopo di che cambiano e diventano pluripotenti, possono cioè produrre tutte le cellule del corpo, ma non quelle della placenta. Tuttavia il momento esatto dello sviluppo in cui le cellule iniziano a mostrare la preferenza nel differenziarsi in un particolare tipo di cellula non è ancora chiaro. Lo studio dei ricercatori di Cambridge suggerisce che già ai primissimi stadi di sviluppo dell’embrione, quando è composto da sole quattro cellule, inizi già la differenziazione.

Usando le ultime tecniche di sequenziamento dei geni nei topi, gli studiosi hanno analizzato l’attività dei singoli geni cellula per cellula. Hanno così dimostrato che alcuni geni in ognuna delle quattro cellule si comportano in modo diverso. L’attività di un gene in particolare, Sox21, cambia parecchio tra le varie cellule. Quando cala, aumenta l’attività dei geni che guidano le cellule nel diventare placenta. ”E’ un dato importante – commenta Carlo Alberto Redi, biologo e docente di Zoologia all’Università di Pavia – Conoscere queste prime fasi permetterà infatti di capire molte patologie di cui oggi non sappiamo nulla, a partire dal perché la maggior parte degli embrioni non si impianta nell’utero. E poi avrà implicazioni importanti nella ricerca sulle cellule staminali”.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento


*