Home » Biotecnologie » Stampa 3D:il futuro delle riparazioni di ossa e tessuti della bocca

Stampa 3D:il futuro delle riparazioni di ossa e tessuti della bocca

Piccoli mattoncini in grado di riparare danni a ossa e tessuti della cavità orale. E’ questa la possibilità ipotizzata al congresso Sidp (Società italiana di parodotologia e implantologia) a Rimini da William Giannobile, Professor & Chair of Department of Periodontics & Oral Medicine della University of Michigan. Il futuro della rigenerazione ossea e tissutale fa dunque pensare ai mattoncini Lego con la differenza però che questi possono essere stampati 3D, colonizzati da cellule e arricchiti con fattori di crescita.

Lo studio
Esistono già pochi casi, che riguardano rene, fegato, esofago e vescica ed è questa la nuova prospettiva a cui guarda sempre più anche la parodontologia, che si occupa dei tessuti di sostegno del dente, come la gengiva, l’osso, il legamento parodontale. “La chirurgia è l’approccio standard, fortemente supportato dalla letteratura scientifica – spiega Giannobile – fra gli altri approcci ci sono gli innesti di osso dalla mandibola per utilizzarli a fini ricostruttivi”.

“Esistono poi delle opzioni, con importanti potenzialità future, che coinvolgono appunto i cosiddetti fattori di crescita che derivano dalle piastrine del sangue. Con tecniche di radiologia molto sofisticate, l’imaging tridimensionale, si può vedere il ‘difetto’, cosa manca e chiedere al laboratorio di creare la parte mancante, come fosse un pezzo di Lego che può essere stampato in 3D – aggiunge – ed arricchito di cellule staminali prese dal dente”.

“Questi pezzi mancanti possono essere trattati in laboratorio ed arricchiti di acceleratori genetici, cellule o geni in grado di premere più ‘pulsanti’ del nostro corpo. Un’altra ultima opzione riguarda poi i farmaci approvati per l’osteoporosi o fratture riformulati per rigenerare ossa nella cavità orale per supportare i risultati della chirurgia”.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*