Home » Medicina » Smatphone e Tablet cambiano la nostra comprensione

Smatphone e Tablet cambiano la nostra comprensione

tabletI media digitali influenzano il nostro modo di apprendere. Utilizzare, infatti, piattaforme digitali per la lettura, come tablet e smatphone, potrebbe cambiare il nostro modo di pensare, rendendoci più propensi a concentrarsi sui dettagli specifici, anziché interpretare le informazioni in modo più astratto e globale. A dimostrarlo un nuovo studio condotto da ricercatori del Dartmouth College, negli Stati Uniti.

Lo studio
Presentata alla ACM CHI 2016, principale conferenza internazionale sull’iterazione uomo-computer in corso a San José, in California, la ricerca ha arruolato 300 persone di età compresa tra 20 e 24 anni. Ai partecipanti è stato chiesto di leggere un racconto sia su un supporto non digitale che su un supporto digitale e sono stati poi invitati a compilare un test di comprensione. Per le domande astratte, in media, i partecipanti che avevano utilizzato la piattaforma non digitale avevano ottenuto un punteggio superiore: mostravano infatti il 66% di risposte corrette, rispetto a una media di risposte esatte del 48% tra coloro che quelli che avevano utilizzato tablet, smartphone o laptop.

Su domande relative a questioni concrete, però, questo secondo gruppo prendeva la rivincita mettendo a segno un 735 di risposte corrette, a fronte del 58% di chi aveva utilizzato supporti non digitali. Proporzioni simili sono state trovate anche quando è stato chiesto di leggere informazioni in merito a modelli di auto giapponesi e di valutare, in base a questi dati, quale modello fosse superiore. “Rispetto alla diffusa accettazione di dispositivi digitali, anche nelle scuole, esistono sorprendentemente pochi studi su come questi strumenti influenzano la nostra comprensione. Conoscerlo può aiutare a progettare software migliori”, ha detto Mary Flanagan, direttore e fondatore del laboratorio Tiltfactor di Dartmouth.

Tag

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*