Home » Biotecnologie » S@lute, inaugurato il primo Forum della Sanità Digitale

S@lute, inaugurato il primo Forum della Sanità Digitale

imageÈ stata inaugurata oggi la prima edizione di S@lute, il Forum della Sanità Digitale, atteso dalla business community, dalle istituzioni e dal grande pubblico. Fino al 12 settembre, presso l’Università LUISS di Roma, incontri e confronti su un tema che sta a cuore a tutti: la nostra salute. Una valore che è possibile inquadrare in un giusto equilibrio tra welfare e sostenibilità economica solo grazie alla comprensione e all’impiego di tecnologie sempre più innovative e intelligenti.

Il convegno di apertura tenutosi oggi, presso l’Aula Chiesa del Capus Luiss, ha visto la presenza dei massimi rappresentanti delle imprese e delle istituzioni, tra cui Beatrice Lorenzin Ministro della Salute e Elio Catania (Confindustria Digitale).

Nel suo messaggio di saluto, il Ministro Lorenzin ha sottolineato che “Stato e Regioni, anche nel quadro del Patto di Sanità Digitale, non possono che accogliere con favore le iniziative finalizzate a promuovere e accelerare il processo di innovazione tecnologica e di processo, che ha bisogno di essere portato avanti in tutto il Paese per garantire parità di accesso ai servizi digitali per la salute a tutti i cittadini, indipendentemente dalla loro collocazione territoriale”.

“Nell’ideare S@lute – che oggi siamo felici di tenere a battesimo – abbiamo creduto nella necessità e urgenza di portare il dibattito sull’innovazione e digitalizzazione della sanità dal terreno del futuribile a quello del possibile. L’entusiasmo con cui i settori della sanità, del pharma e dell’ICT hanno aderito alla nostra manifestazione dimostra come il sistema italiano della salute sia pronto per l’innovazione e ad abbracciare la trasformazione digitale. Più efficiente, sostenibile, accessibile”, ha commentato Alessandro Beulcke, presidente di Aris.

La mattinata si è conclusa con l’assegnazione del primo premio S@lute, assegnato a Nicoletta Luppi, amministratore delegato del Gruppo MSD. L’attenzione all’innovazione, la spinta data alla TeleSalute/Tecnoassistenza e la visione chiara di un sistema sanitario in forte trasformazione sono gli elementi alla base del riconoscimento tributato oggi a Luppi.

Nella sessione pomeridiana, la presentazione del paper “Scenari di Sanità Digitale”, che anticipa alcuni dei dati elaborati dall’Osservatorio Netics e che saranno poi presentati a novembre 2015. Basandosi su dati ufficiali del Ministero della Salute, raffrontati con una serie di best practice ospedaliere italiane, Netics ha messo a punto una serie di analisi What If, che quantificano in 6,9 miliardi di €/anno i risparmi conseguibili a valle di semplici interventi di sanità digitale.

Il pomeriggio proseguirà con un dibattito su esempi concreti di cura a chilometro zero (a cura di LUISS Business School) e con un focus sull’innovazione tecnologica applicata alla clinical governance.

Il forum s@lute, realizzato in collaborazione con Generali, LUISS e SICS, gode del patrocinio del Ministero della Salute, del Ministero dello Sviluppo Economico, della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e della Regione Lazio. Hanno, inoltre, concesso il patrocinio scientifico AIOP, AISIS, Assinform Cittadinanzattiva, Confindustria Digitale, Farmindustria, Federazione Italiana Medici di Medicina Generale, Federfarma, Federsanità Anci e FIASO.
La manifestazione è il risultato dell’impegno progettuale e del sostegno dei maggiori player del settore della sanità e dell’IT: main Sponsor: AbbVie, Accenture, CGM Italia, IBM, Mediolanum Farmaceutici e Vree Health; sponsor: NoemaLife, Tecnologie Sanitarie, Proge-Software e Modus Consulting, con la partecipazione di Microsoft.

S@lute è un evento aperto al pubblico. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito www.forumsalutedigitale.it e sui profili social dell’evento (Facebook e Twitter). L’hashtag ufficiale della manifestazione è #forumsandig.

Silvia Brugnara

Tag

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*