Home » i-Tech » Scuola: api-robot per imparare meglio

Scuola: api-robot per imparare meglio

bambinoE-rob arriva a scuola. Parte il progetto di e-learning per la robotica educativa attivo in 13 classi delle scuole primarie di Pisa. Scopo dell’iniziativa, rivolta a 250 bambini tra cui 20 con disabilità/bes, quello di potenziare lo sviluppo cognitivo e socio-relazionale dei più piccoli. ‘E-rob’ è stato messo a punto dall’Irccs Fondazione Stella Maris di Calambrone (Pisa) e finanziato dalla fondazione Tim.

Il progetto
Per far conoscere il progetto al mondo della scuola e ai genitori, si è svolto ieri un incontro all’Istituto comprensivo Toniolo di Pisa, conclusosi con una dimostrazione pratica a cura delle equipe della Stella Maris e della scuola superiore Sant’Anna. Per l’occasione sono state utilizzate 50 api-robot, le ‘Bee-bot’, ognuna delle quali dotata di comandi sul dorso che le consentono di muoversi su un percorso, memorizzando fino a 40 disposizioni.

Nel corso della dimostrazione è stato chiesto ai piccoli alunni di pianificare il percorso delle ‘Bee-bot’. I laboratori, che coinvolgeranno sei degli otto istituti pubblici pisani e una scuola paritaria, si terranno da ottobre fino ad aprile, con cadenza bisettimanale. Il progetto ‘e-rob’ è stato ideato dalla Stella Maris, in collaborazione con ,a scuola superiore Sant’Anna e col Comune di Pisa.

“I nostri luoghi educativi – ha commentato Maria Luisa Chiofalo, assessore comunale alle politiche socio – educative – diventano lavoratori in cui la ricerca scientifica di eccellenza viene applicata allo sviluppo dell’innovazione e della ricerca didattica”. Le attività di gioco proposte ai bambini attraverso i robot, ha spiegato Giuseppina Sgandurra, neuropsichiatra infantile di Stella Maris, saranno utilizzate come catalizzatore di esperienze concrete” per sostenere “l’apprendimento, lo sviluppo cognitivo e il lavoro di gruppo”.

“Con il conforto dei dati che verranno raccolti quest’anno – ha aggiunto il direttore generale della fondazione Tim, Marcella Logli – ‘e-rob’ potrà essere replicato ovunque”.

Tag

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento


*