Home » Medicina » Scoperto ruolo delle cellule nervose nel rimarginare le ferite

Scoperto ruolo delle cellule nervose nel rimarginare le ferite

Quando ci procuriamo una ferita, il nostro corpo si attiva immediatamente per riparare il danno; ma quali sono i fattori che giocano un ruolo fondamentale? Un studio condotto dall’Università di Zurigo e pubblicato su Nature, punta i riflettori sulle cellule nervose dette cellule gliali.

Ma andiamo con ordine. Un passaggio essenziale nella guarigione della ferita della pelle, spiegano i ricercatori, è la sua chiusura, motivo per cui poco dopo una lesione il sangue si coagula e la sigilla. Perché l’infortunio sia in grado di guarire in modo permanente, pero’, gli strati interessati della pelle devono essere nuovamente formati. Perché ciò accada, si verifica un’interazione complessa tra i vari tipi di cellule.

Da tempo è stato notato come per una guarigione ottimale un tessuto debba essere fornito di nervi. Con l’aiuto di topi, gli studiosi hanno scoperto che i fasci di nervi sottili cambiano drasticamente se vengono feriti. Le cellule lungo i fasci nervosi danneggiati, conosciute appunto come cellule gliali, cambiano la loro identità originale e vengono riprogrammate in “cellule riparatrici”. In tal modo perdono il loro contatto con i fasci nervosi e si diffondono nel letto della ferita. “Lì distribuiscono un diverso cocktail di fattori che supportano la guarigione della ferita”, spiega Lukas Sommer, docente dell’Istituto di anatomia dell’ateneo svizzero.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*