Home » Astronomia » Saturno senza anelli

Saturno senza anelli

E se Saturno fosse “nato” senza anelli? Ebbene sì; secondo quanto annunciato al congresso dell’Unione Americana di Geofisica, a New Orleans i tipici anelli del pianeta sono molto più giovani, tanto da non esistere ancora 230 milioni di anni fa. La scoperta si deve alla missione congiunta di Nasa, Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Agenzia Spaziale Italiana (Asi), Cassini che, durante il suo storico tuffo nell’atmosfera del pianeta, il 15 settembre 2017, ha concluso un’avventura lunga 20 anni.

L’ipotesi è basata sullo studio della massa degli anelli, inferiore alle attese, secondo le analisi degli ultimi dati di Cassini fatta dal gruppo guidato da Luciano Iess, del Dipartimento di ingegneria meccanica e aerospaziale della Sapienza Università di Roma. “Se le teorie che legano la massa all’età degli anelli sono corrette – ha spiegato Iess – i dati indicano che queste strutture non possono essersi formate insieme a Saturno”. L’ipotesi è confermata anche da un altro dato, il colore della miriade di oggetti di ghiaccio degli anelli, che avrebbe dovuto essere più scuro a causa del bombardamento di micrometeoriti, se fossero stati più antichi.

Non è ancora chiaro, però, cosa abbia formato il sistema degli anelli. Gli scienziati del Centro di ricerca Ames della Nasa pensano che a generarli sia stato l’impatto di una cometa vagante o di un asteroide con una delle lune ghiacciate di Saturno. “Quel che è certo – ha concluso Jeff Cuzzi, della Nasa – è che non sono strutture primordiali, risalenti alla formazione del Sistema solare, circa 4,6 miliardi di anni fa”.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*