Home » Medicina » Reflusso gastroesofageo: tosse legata più al volume che all’acidità

Reflusso gastroesofageo: tosse legata più al volume che all’acidità

(Reuters Health) -Il volume del reflusso, piuttosto che l’acidità stessa, sembra svolgere un ruolo chiave nella sintomatologia della tosse cronica indotta da reflusso gstroesofageo. È quanto emerge da un studio olandese pubblicato da Gut. “Il trattamento medico in corso si concentra sulla riduzione dell’acidità del contenuto gastrico. Il nostro studio suggerisce invece che, piuttosto che ridurre questa acidità, diminuire la quantità di reflusso potrebbe alleviare la sintomatologia nei pazienti con tosse cronica indotta da reflusso “, dice Thomas VK Herregods, dell’Academic Medical Center di Amsterdam, principale autore dello studio.

Lo studio
Per approfondire la questione sono stati studiati 49 pazienti con reflusso gastroesofageo e reflusso associato a tosse cronica. È stato eseguito un monitoraggio h24 della pH-impedenzometria esofagea. La misurazione ha rilevato, attraverso un manometro, 1.900 colpi di tosse. Di questi, i due terzi sono stati segnalati dai pazienti, che hanno premuto un pulsante di registrazione. La mediana era costituita da 31 colpi di tosse misurati manometricamente. Un episodio di reflusso è stato considerato associato con un colpo di tosse se il sintomo iniziava entro due minuti dall’episodio. I reflussi con tosse sono stati poi confrontati con quelli senza tosse. La maggior parte degli episodi di reflusso (72,4%) erano acidi. Rispetto agli episodi di reflusso senza tosse, quelli con tosse hanno mostrato associazioni altamente significative con una maggiore estensione prossimale, maggiore volume e quantità di acido superiore nei precedenti 15 minuti. Ulteriori esami non hanno mostrato differenze significative tra tosse e assenza di tosse nei confronti delle variazioni di pH o delle percentuali di acidità degli episodi di reflusso. “La presenza di un maggiore volume di reflusso per un periodo di tempo più lungo sembra giocare un ruolo importante nell’indurre uno scoppio di tosse. Viceversa, le modificazioni di pH o il tempo di clearance dell’acido non sembrano essere importanti”, concludono i ricercatori.

Fonte: Gut 2017

David Douglas

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*