Home » Medicina » Realizzato primo trapianto di mani su un bambino

Realizzato primo trapianto di mani su un bambino

shutterstock_153098018Zion Harvey ha di nuovo due mani e tutta una vita da condurre in modo normale davanti a sé. A 8 anni è il primo bambino al mondo ad aver ricevuto un trapianto di entrambe le mani e parte degli avambracci. L’intervento, che pone una pietra miliare nella chirurgia di precisione, eseguito agli inizi di luglio al Children Hospital di Philadelphia – ma di cui si è avuto notizia solo ora – ha avuto successo ed il piccolo già riesce a muovere un po’ le mani.

“Speriamo che sia il primo di centinaia di migliaia di bambini a cui offrire questa possibilità”, ha auspicato raggiante Scott Levin, direttore del dipartimento di chirurgia ortopedica dell’ospedale e capo del team di 40 specialisti che per 11 ore hanno lavorato al rischioso e straordinario intervento. Vittima di una terribile infezione che all’età di soli 2 anni gli provoco la cancrena sia dei piedi che delle mani e che lo costrinse ad un trapianto di reni, Zion è cresciuto imparando a convivere con le sue limitazioni. Protesi ai piedi gli hanno permesso negli anni di camminare, saltare e giocare quasi come gli latri bambini. Ora potrà godere anche dell’uso delle mani seguendo una quotidiana terapia di riabilitazione.

Nel corso dell’intervento, ossa, terminazioni nervose, vene, tendini e pelle, sono stati riattaccati ed il sangue ha iniziato subito a fluire. I medici si aspettano che le mani e gli avambracci cresceranno naturalmente insieme al bambino, considerato il candidato ideale per questo intervento in quanto già sottoposto a farmaci anti-rigetto dopo il trapianto di rene. Solo 25 trapianti di mani sono stati eseguiti al mondo e tutti su adulti, il primo trapianto di questo tipo al Penn Medicine di Philadelphia è avvenuto nel 2011.

http://www.popsci.com/8-year-old-boy-receives-double-hand-transplant?src=SOC&dom=fb

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*