Home » Medicina » Psicofarmaci ai bambini: in Italia usati male e poco

Psicofarmaci ai bambini: in Italia usati male e poco

bambinoDiversità di prescrizioni a seconda dell’età, della Regione e delle diverse aziende sanitarie. Purtroppo avviene per quanto riguarda gli psicofarmaci sia in termini  quantitativi (il doppio delle prescrizioni in Abruzzo rispetto a quelle in Emilia Romagna) che qualitativi (prescrizioni non appropriate per tipo di farmaco, dosaggio, se si tratta di adolescenti o bambini). A rivelarlo è una ricerca dell’Istituto Mario Negri di Milano.

La tendenza
Sebbene siano pochi quelli appropriati per l’uso in età pediatrica, in Italia 2 bambini e adolescenti ogni 1.000 (almeno 25.000) ricevono la prescrizione di uno psicofarmaco: molto meno che in altri Paesi europei dove l’uso è anche 10 volte maggiore. Un uso che però è leggermente aumentato negli ultimi anni anche in Italia, ma in modo modesto solo per antipsicotici e farmaci per l’ADHD (Sindrome da deficit di attenzione e iperattività, ndr), nonostante le diagnosi dei disturbi psichiatrici dell’età evolutiva siano aumentate.

Per gli esperti dell’Istituto, si tratta di una conferma dell’attitudine italiana, meno propensa a prescrivere psicofarmaci ai bambini e agli adolescenti ricorrendo preferenzialmente ai soli interventi psicologici. Attitudine culturale che ha, però, come conseguenza – fanno notare gli esperti – anche il rischio di negare terapie farmacologiche efficaci ed appropriate quando necessarie e all’estremo opposto di prescrivere psicofarmaci in modo non razionale.

“In tale contesto – dice Maurizio Bonati, Capo Dipartimento Salute Pubblica del Mario Negri – la mancanza di progettazione per acquisire conoscenze anche attraverso ricerche indipendenti penalizza aree neglette quali la neuropsichiatria dell’età evolutiva, dove i bisogni dei pazienti (e delle famiglie) rimangono troppo spesso inevasi; le risorse per l’organizzazione dei servizi sono insufficienti e l’aggiornamento attivo del personale, quando realizzato, una eccezione”. Su questi temi è stato programmato il Convegno ‘Uso Razionale degli Psicofarmaci in Età Evolutiva’, che si terrà oggi a Milano presso l’Istituto Mario Negri, rivolto in particolare ai neuropsichiatri, non solo lombardi.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*