Home » Medicina » “Pronto Alzheimer”: in 22 anni di attività 140 mila richieste di aiuto

“Pronto Alzheimer”: in 22 anni di attività 140 mila richieste di aiuto

DemenzaL’Alzheimer è la più comune causa di demenza, tanto da riguardare il 60% dei casi. In Italia sono oltre 1,2 milioni le persone con demenza, e gli esperti stimano che nel 2050 saranno quasi il doppio. Una delle armi per affrontare questa emergenza e dare sostegno alle famiglie è Pronto Alzheimer, “la prima linea telefonica in Italia di aiuto e consulenza per i familiari dei malati” istituita dalla Federazione Alzheimer Italia. Il servizio risponde al numero 02-809767 ed è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18, mentre negli altri orari e nel fine settimana è a disposizione una segreteria telefonica. Nel solo 2015 ha ricevuto oltre 4.600 richieste di aiuto: “Nel complesso dei 22 anni di vita di Pronto Alzheimer – spiega la Federazione – le chiamate arrivate da tutta Italia e a cui è stata data una risposta, un consiglio, un’indicazione sono 140 mila”. Nel dettaglio, il servizio dà informazioni sulla malattia di Alzheimer e la sua gestione, consulenze legali, previdenziali, psicologiche, sociali e di terapia occupazionale; segnala inoltre le strutture sanitarie e sociali adeguate, e invia materiale illustrativo e informativo. Secondo l’ultimo Rapporto Mondiale Alzheimer, nel mondo si stimano 46,8 milioni di persone con una forma di demenza. In Italia saranno circa 2,3 milioni entro il 2050: nel solo 2015 si sono registrati 269 mila nuovi casi. Per sostenere servizio di Pronto Alzheimer, la Federazione ha avviato una campagna solidale: contattando il numero 45503, con un sms o una chiamata, si possono donare 2 euro fino 6 febbraio.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento


*