Prima eclissi del 2020: protagonista la Luna  

La star della prima eclissi del 2020, visibile dall’Italia il 10 gennaio, sarà la Luna. Il nostro satellite sembrerà coperto da un velo che ne affievolirà la luce. Sarà infatti un’eclissi di penombra, che si verifica quando la Luna attraversa la parte più esterna del cono d’ombra che la Terra proietta nello spazio.

E’ un fenomeno meno spettacolare della Luna rossa, ossia dell’eclissi totale che si verifica quando la Luna entra nel cono d’ombra della Terra, ma comunque suggestivo perché “si vedrà un calo di luminosità del nostro satellite”, dice Paolo Volpini, dell’Unione Astrofili Italiani (Uai). La Luna apparirà quindi un po’ più scura e opaca, ma in modo non simmetrico, aggiunge, “perché la luna apparirà più scura vicino al cono d’ombra della Terra”.

Il fenomeno astronomico, visibile da Europa, Asia e Africa, durerà circa quattro ore: comincerà alle 18,07, avrà il suo culmine alle 20,10 e terminerà alle 22,10. “Poiché la Luna piena sorgerà quasi in contemporanea al tramonto del Sole, chi vuole – rileva Volpini – potrà dedicare tutta la serata all’osservazione: poco prima delle 17,00 si vedrà tramontare il Sole a Ovest, mentre nella parte opposta dell’orizzonte, a Est, si potrà vedere il sorgere della Luna. In quel momento sarà una normale Luna piena. Poco più di un’ora dal suo sorgere vedremo cominciare l’eclissi di penombra”.

Post correlati

Lascia un commento

*