Home » Medicina » Polio: eradicazione prevista per fine anno

Polio: eradicazione prevista per fine anno

polioParte la fase finale per eradicare la poliomelite entro fine anno; se così sarà la polio diventerà la seconda malattia eradicata dall’uomo dopo il vaiolo. Ad affermarlo è l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) che come parte dello sforzo sta per sostituire milioni di dosi di vaccini trivalenti con una nuova versione con solo due ceppi.

Il progetto
“Dobbiamo assolutamente mantenere la tensione alta, ma crediamo di poter raggiungere l’obiettivo di interrompere tutte le catene di trasmissione alla fine di quest’anno, o alla fine del prossimo inverno – spiega al Giuardian Michel Zaffran, direttore del programma di eradicazione dell’Oms – Abbiamo fatto uno sforzo straordinario, iniziato nel 1988 con il virus in 150 paesi che ora si sono ridotti a due”.

Fino a questo momento nel 2016 nel mondo sono stati riportati solo nove casi della malattia, due in Afghanistan e sette in Pakistan, mentre appena trent’anni fa c’erano centinaia di migliaia di morti, soprattutto infantili, ogni anno. L’Oms sta concentrando gli sforzi in tre aree, la città pachistana di Karachi e due zone di confine intorno a Quetta e nel distretto di Peshawar. In Afghanistan 47 distretti sono sotto stretta sorveglianza, 32 dei quali sotto il controllo di forze antigovernative.

Il successo, spiegano gli esperti, è dovuto al modello innovativo ideato per le campagne di vaccinazione, che potrà essere riutilizzato per altre emergenze simili. Il sistema verrà ‘stressato’ ulteriormente nelle prossime due settimane, racconta il New York Times, quando in 150 paesi si cambierà il vaccino orale trivalente usato oggi con quello bivalente, più sicuro e che non contiene il ceppo 2 già scomparso, un’operazione che coinvolgerà milioni di dosi e che dovrebbe essere terminata entro l’1 maggio.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*