Home » Medicina » Patients Digital Health Awards 2018: ecco i vincitori

Patients Digital Health Awards 2018: ecco i vincitori

Mirrorable, Rehability, L’anatomia patologica a un click per il paziente ed Elysium sono i progetti vincitori della prima edizione del Patients’ Digital Health Awards, bando di concorso ideato da 40 Associazioni pazienti con la collaborazione della Digital Health Academy e il contribuito incondizionato di Fondazione MSD, per premiare l’ideazione e la realizzazione di progetti di salute digitale che, nell’ottica dei pazienti, possono concorrere a migliorare la qualità di vita di chi vive la malattia in prima persona e dei caregiver e/o a facilitare l’iter assistenziale.

Due le categorie premiate:

soluzioni tecnologiche che sono già state sviluppate, sperimentate o utilizzate;

soluzioni ideate e progettate, ma che non hanno ancora trovato realizzazione o applicazione nella realtà.

Il concorso
45 i progetti o idee di start-up e organizzazioni sanitarie che hanno risposto con entusiasmo al bando di concorso ideato e sviluppato dalle 40 Associazioni di Pazienti protagoniste, a partire dai risultati di una indagine sugli unmeet needs, da loro stessi somministrata a oltre 800 pazienti: proposte che spaziano dalle aree di supporto psicologico e logistico al paziente, a strumenti di riabilitazione cognitiva di pazienti pediatrici, a reti digitali di condivisione di esperienze ma anche di dati e informazioni su terapie e centri di cura per facilitare l’iter assistenziale, alla telemedicina e ai device per il monitoraggio in remoto e il coaching per migliorare stili di vita, ad app di supporto alla gestione della patologia e all’aderenza alla terapia. In questo ampio e variegato ventaglio di progetti e idee, la giuria – composta da rappresentanti delle Associazioni dei Pazienti, esperti del patient engagement e di digital health – ha decretato i 4 vincitori:

Primo classificato, a cui verrà consegnato un grant di 5.000 euro, è stato il progetto Mirrorable, una piattaforma interattiva, ideata dall’Associazione FightTheStroke, che consente un modello unico di terapia riabilitativa a domicilio, appositamente studiato per rispondere alle esigenze dei bambini che hanno subito danni cerebrali in una fase molto precoce della loro vita, con impatti a livello motorio.

Secondo classificato, a cui verrà fornita una consulenza di formazione personalizzata erogata dalla Digital Health Academy, è stato il progetto Rehability, una suite di serious games per la (tele-)riabilitazione fisica e cognitiva di pazienti neurologici, ideata e progettata da Imaginary SRL.

Terzo classificato, a cui è stato erogato un biglietto per partecipare alla conferenza internazionale Frontiers Health (Berlino, 15-16 novembre 2018) e un contributo per spese di viaggio, vitto e alloggio, è stato il progetto L’anatomia patologica a un click per il paziente, una rete consultiva da remoto che fornisce attività di consulenza e di second opinion a fine diagnostico per specifici pazienti, ideata dall’Unità Complessa di Anatomia Patologica Cannizzaro di Catania.

Premio per la migliore idea, a cui è stato fornito un biglietto per partecipare alla conferenza internazionale Frontiers Health e un contributo per spese di viaggio, vitto e alloggio, è stato attribuito a Elysium, progetto digitale che permette la condivisione di dati sanitari in modo certificato e sicuro grazie a una piattaforma basata sulla tecnologia blockchain, sull’intelligenza artificiale e l’analisi dei big data.

“Un’economia nuova sta nascendo dal digitale, coinvolgendo i pazienti nelle più svariate direzioni – spiega Goffredo Freddi, Direttore della Fondazione MSD. Le tante adesioni a questa prima edizione dei Patients’ Digital Health Awards dimostrano ancora una volta come il mondo della salute sia in continua trasformazione e in cerca di risposte innovative e originali ai bisogni non ancora soddisfatti dei pazienti e delle persone che li supportano. Fondazione MSD è orgogliosa di sostenere un progetto che promuove una trasformazione digitale “a misura di persona”

“Oggi si conclude una nuova tappa del viaggio che Fondazione MSD fa ha inizato 8 anni fa con tutte le Associazioni di Pazienti protagoniste indiscusse del Patients’ Digital Health Awards – dichiara Claudia Rutigliano, Coordinatrice Scientifica di Fondazione MSD.  Una tappa importante perché momento di engagement puro – piuttosto che di formazione top-down – di tutte le Associazioni, che con la loro competenza e con la loro infinita energia, diventano co-protagoniste della trasformazione digitale in atto”.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*