Home » Energia » Nuove celle solari di silicio e perovskite: promessa efficienza da record

Nuove celle solari di silicio e perovskite: promessa efficienza da record

Grazie ad un nuovo metodo di fabbricazione realizzato dal Politecnico Federale di Losanna (Epfl), le celle solari raggiungono un nuovo record di efficienza pari al 25,2%. La tecnica, descritta su Nature Materials, prevede la combinazione di silicio e perovskite e promette di superare il 30% di efficienza.

La tecnologia
I ricercatori, coordinati da Florent Sahli e Jérémie Werner, hanno integrato una cella di perovskite sopra una tradizionale cella solare al silicio, spiegando che la nuova procedura, semplice e innovativa, “potrà essere direttamente adattata alle linee di produzione esistenti, a un costo limitato”.

Nelle tradizionali celle solari il silicio, osservato al microscopio, si presenta sotto forma di una serie di piccole piramidi, grandi 5 millesimi di millimetro, in grado di intrappolare la luce evitando che sia riflessa. I ricercatori hanno rivestito queste piramidi di perovskite. “Abbiamo realizzato una sorta di ‘sandwich’ con i due materiali”, hanno chiarito Sahli e Werner. “Combinando silicio e perovskite riusciamo, infatti, a massimizzare l’uso di diverse lunghezze d’onda dello spettro solare, come la luce blu e verde, migliorando l’efficienza delle celle”, hanno aggiunto.

La maggior parte delle celle solari attualmente utilizzate è basata sul silicio che rappresenta, secondo gli autori, circa il 90% del mercato, con un efficienza del 20-22%. Adesso i ricercatori del Politecnico svizzero promettono di portare l’asticella della resa ancora più in alto.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*