Home » Medicina » Mieloma multiplo: mix di farmaci innovativi per sconfiggerlo

Mieloma multiplo: mix di farmaci innovativi per sconfiggerlo

Presto potrebbe arrivare una nuova strategia terapeutica per combattere il mieloma multiplo: un mix di tre farmaci immunomodulanti, inibitori del proteasoma, anticorpi monoclonali in associazione alla chemioterapia.

Proprio ai passi avanti sul mieloma multiplo, che colpisce prevalentemente intorno ai 60 anni e che fa registrare poco più di 2.700 nuovi casi l’anno tra le donne e circa 3.000 tra gli uomini e che fino a 20 anni fa aveva come unica terapia la chemio, si concentra la dodicesima giornata nazionale dell’Ail per la lotta contro le leucemie, i linfomi e il mieloma, il 21 giugno. “Abbiamo possibilità di selezionare il trattamento più adatto per il singolo paziente – spiega Franco Mandelli, Presidente Nazionale AIL – Oggi per la maggioranza dei malati c’è quasi sempre una speranza”.

Negli ultimi anni, c’è stato un incremento dell’aspettativa di vita che è triplicato o addirittura quadruplicato, passando da 2 a 7 anni. “Questo vantaggio è stato ottenuto grazie a farmaci con nuovi meccanismi d’azione, quali gli immunomodulanti, gli inibitori del proteasoma, gli anticorpi monoclonali – spiega Mario Boccadoro, Direttore Divisione Universitaria di Ematologia Città della Salute e della Scienza di Torino – La vera novità di oggi è l’uso combinato di questi nuovi farmaci, le cosiddette ‘triplette’, che hanno ulteriormente aumentato l’efficacia”.

La terapia del mieloma multiplo è caratterizzata da cicli di chemioterapia e successivamente, per chi ha meno di 65/70 anni e senza particolari malattie concomitanti, dal trapianto di cellule staminali, con autotrapianto e molto raramente con allotrapianto. “Di fronte ad una recidiva, la “tripletta” sarebbe da preferire, ma non sempre – aggiunge Maria Teresa Petrucci, Dipartimento di Biotecnologie cellulari ed ematologia Università Sapienza di Roma – bisogna cercare un equilibrio tra efficacia e tollerabilità” .

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*