Home » Medicina » Meningite: entro 5 anni nuovo test la diagnosticherà in pochi minuti

Meningite: entro 5 anni nuovo test la diagnosticherà in pochi minuti

meningococco(Reuters Health) – Un nuovo test appena sviluppato potrebbe contribuire a diagnosticare infezioni batteriche come la meningite nel giro di minuti, ma potrebbero essere necessari alcuni anni prima che ne sia disponibile una versione economica da impiegare nei Paesi in via di sviluppo. L’annuncio arriva da un team internazionale di ricercatori guidato dall’Imperial College di Londra. Attualmente, l’unico test disponibile per la meningite, i cui sintomi includono febbre alta, mal di testa e vomito, è costoso e occorrono 48 ore prima che dia una risposta.

Il nuovo test
Secondo lo studio pubblicato sulla rivista JAMA, la messa a punto del nuovo test prende le mosse dalla presenza di due geni nei globuli bianchi, che si attivano solo in caso di infezioni batteriche. Il test ematico pin-prick (puntura di spillo) sarebbe capace di individuare con precisione le infezioni batteriche in meno di un’ora.

“Se funzionasse, potremmo avere a disposizione un test accurato in situazioni come quelle riscontrabili nell’Africa sub Sahariana in cui vi sono epidemie di meningite e dove eseguire test precisi utilizzando le attuali metodologie è davvero difficile”, ha detto il coautore dello studio, Jethro Herberg.

La meningite è un’infezione comune in quella che viene definita la “cintura africana della meningite”, che va dal Senegal all’Etiopia. Secondo Medici Senza Frontiere (MSF), nel 2015 almeno 90 persone nel Niger sono state uccise da un’epidemia di questa infezione.

Nel 2009 si sono verificati più di 80.000 casi di meningite, mentre durante un’altra epidemia verificatasi nel 1996-1997 sono decedute circa 20.000 persone. La meningite, prevalente in bambini e anziani, può essere trattata con antibiotici, ma dal 10 al 15% dei pazienti muore e fino al 19% di chi sopravvive ha disabilità a lungo termine, tra cui danni cerebrali e amputazione degli arti.

Fonte: JAMA, 23 agosto 2016

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*