Home » Archeologia » L’uomo di Neanderthal cacciava con la lancia e da vicino

L’uomo di Neanderthal cacciava con la lancia e da vicino

A distanza ravvicinata e con la lancia: così cacciava l’uomo di Neanderthal. A sostenerlo è uno studio pubblicato online sulla rivista Nature Ecology&Evolution e frutto del lavoro di un gruppo di ricercatori internazionali provenienti dalla Johannes Gutenberg-University a Magonza, in Germania, dall’Università di Leida in Olanda e dalla New York University.

L’idea che i Neanderthaliani – e il loro antenato tra gli ominidi, l’Homo heidelbergensis – usassero lance è sostenuta dai precedenti ritrovamenti di lance di legno risalenti ad un periodo tra i 300.000 e i 400.000 anni fa sia in Gran Bretagna sia in Germania. Tuttavia, poiché le testimonianze di ferite da strumenti per la caccia sulle prede raramente si conservano, gli archeologi potevano solo ipotizzare come precisamente le lance di legno venissero utilizzate.

I ricercatori hanno adoperato immagini al miscroscopio e test balistici per riprodurre le ferite da strumenti da caccia trovate su scheletri di Fallow deer (un tipo di cervo) del sito archeologico lacustre di Neumark, nel nord della Germania, risalente a 120.000 anni fa. In una nota di accompagnamento allo studio Annemieke Milks, una delle studiose, sottolinea che questo tipo di caccia richiede cooperazione tra i partecipanti, e nel tempo può avere delineato aspetti importanti della biologia e del comportamento umano.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*