Home » Medicina » Lo stress ostacola l’empatia

Lo stress ostacola l’empatia

Empatia

La capacità di esprimere empatia, ossia di condividere e provare le emozioni altrui, è limitata dallo stress di trovarsi in mezzo a degli sconosciuti. L’empatia viene studiata sempre più spesso dagli scienziati a causa del suo noto ruolo nei disordini psicologici, come quelli nello spettro dell’autismo e le psicopatie. Negli studi sull’empatia viene spesso impiegato il dolore come stimolo, in quanto esso viene compreso universalmente ed è semplice da misurare. Alcuni studi passati hanno impiegato questo metodo per dimostrare che la capacità di avere empatia si rende evidente anche nei mammiferi inferiori, come i topi. In una recente indagine, sono state paragonate le reazioni di alcuni soggetti a stimoli dolorosi in varie situazioni: da soli, con un amico, con un estraneo, fra due estranei a cui è stato somministrato un farmaco antistress e fra due estranei che hanno passato 15 minuti a giocare insieme ad un videogioco prima del test.

L’esperimento ha dimostrato che la presenza di estranei blocca l’empatia che si manifesta, invece, sotto forma di un dolore maggiore in presenza di un amico. Sorprendentemente, la somministrazione del farmaco noto come metirapone, che sopprime la cosiddetta risposta di “attacco o fuga”, favorisce la comparsa dell’empatia anche fra estranei e si ottiene lo stesso effetto anche con un’attività sociale come i videogames: anche un’esperienza superficiale di questo tipo, infatti, sembra poter trasformare un estraneo in un amico. Questa ricerca dimostra che strategie elementari per ridurre lo stress sociale potrebbero portare da una situazione di deficit di empatia ad un vero e proprio surplus della stessa; ciò potrebbe avere importanti implicazioni, in quanto i deficit di empatia sono di grande importanza nella dinamica di diversi disordini psicologici ed anche dei conflitti sociali sia a livello personale che della società. (Curr Biol online 2015, pubblicato il 15/1)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*