“La SMAgliante Ada”: Roche al fianco dell’inclusione sociale dei più piccoli

Pensato per spiegare in modo nuovo ai bambini i temi dell’inclusione sociale e della diversità, intesa come unicità di ciascuno, il progetto “La SMAgliante Ada” prosegue oggi con il lancio del ComicContest “Ada e il misterioso caso del nuovo compagno di classe”.

Il contest è dedicato ai bambini della quarta e quinta elementare di tutta Italia, ai quali Ada propone di creare una nuova avventura per il Volume 2 del fumetto didattico “Le avventure della SMAgliante Ada”, entrando così nel mondo magico della travolgente cagnolina che sfreccia con la sua sedia a rotelle rosso fuoco.

Nel primo volume del fumetto, lanciato lo scorso settembre 2020 dai Centri Clinici NeMO e dall’Associazione Famiglie SMA, con il contributo educazionale non condizionato di Roche Italia, la piccola Ada si fa conoscere in tutta l’esuberanza dei suoi dieci anni, affrontando le paure di non essere accolta dai nuovi compagni di classe, ma anche l’entusiasmo di vivere fino in fondo la quotidianità fatta di scuola, sport, giochi, amici e famiglia. Ed è con questa leggerezza che il progetto educativo tratta temi complessi e importanti, come l’esperienza della disabilità in quanto risorsa, dell’inclusione come opportunità, del valore della conoscenza scientifica per comprendere gli altri e mettersi nei loro panni.

Solo nei primi quattro mesi, sono oltre 200 i bambini che hanno partecipato al progetto didattico attraverso la lettura del fumetto, grazie al quale hanno anche compreso cosa significa vivere con l’Atrofia Muscolare Spinale (SMA), una malattia genetica rara in cui si perdono progressivamente le abilità motorie.

A loro e a tutti i bambini, la piccola Ada lancia l’invito a partecipare al nuovo ComicContest: “Bambini, io e i miei amici abbiamo bisogno del vostro aiuto per risolvere il mistero del nuovo compagno di classe scomparso. La professoressa Spilung questa volta è davvero preoccupata e conta su tutti noi. Liberate la fantasia per raccontare questa nuova avventura con le vostre parole, disegni e colori. Potrete cimentarvi da soli o insieme ai vostri amici… sono sicura che insieme risolveremo il mistero. Non vedo l’ora di leggere i vostri fumetti!”

“Siamo felici che anche grazie ad un fumetto come Ada si possa costruire insieme ai bambini una nuova cultura della disabilità, fondata sul superamento del concetto di limite, per accogliere il principio che ciascuno di noi rappresenti una risorsa per la società, anche a partire dal formare i bambini a cosa significhi vivere con una patologia neuromuscolare. E il lancio di questo concorso va proprio in questa direzione, perché con la leggerezza e la fantasia di un mondo giocato e rappresentato dai più piccoli, possiamo continuare a guardare ad un futuro non lontano, in cui il concetto stesso di inclusione potrà dirsi superato”, ha dichiarato Alberto Fontana, Presidente dei Centri Clinici NeMO

E proprio la scoperta del compagno di classe misterioso sarà il tema della nuova avventura, affidato all’immaginazione e alla creatività dei bambini, che avranno tempo fino al 23 aprile per divertirsi a creare il fumetto, disegnando anche il nuovo compagno di classe della piccola Ada, che avrà caratteristiche specifiche e uniche.

“Sono molta orgogliosa di questo progetto che usa il linguaggio del fumetto per arrivare ai bambini, ma non solo…Ada, la sua famiglia e i suoi amici rappresentano ognuno di noi che, con pregi e difetti, tra entusiasmi e malumori, viviamo giorno dopo giorno senza escludere chi ha bisogno del nostro sostegno. Grazie al successo derivato dal lancio del volume Le avventure della SMAgliante ADA, abbiamo deciso di “dare la parola” direttamente ai bambini delle scuole primarie invitandoli a liberare la fantasia per completare una storia a fumetti, che tratta sempre con la giusta delicatezza l’argomento dell’inclusione. Questo momento storico senza precedenti ha messo a dura prova soprattutto i più piccoli, speriamo quindi che il lancio del ComicContest possa essere anche un modo per star vicino a tutti loro coinvolgendoli nella realizzazione di una storia che verrà inserita nel prossimo volume”, ha spiegato infine Patrizia Olivari, Rare Condition Business Head di Roche Italia.

La storia contest pensata per il concorso, così come il volume a fumetti, sono stati ideati e creati da un team d’eccezione di sceneggiatori e disegnatori professionisti specializzati in storie per ragazzi: Danilo Deninotti, Giuliano Cangiano, Roberto Gagnor, Giorgio Salati, Gianfranco Florio, Mattia Surroz, Luca Usai e Emanuele Virzi.

Post correlati

Lascia un commento

*