La mindfulness riduce le conseguenze dell’emicrania

(Reuters Health) – La riduzione dello stress attraverso lo yoga e le tecniche basate sulla consapevolezza può migliorare, nei pazienti con emicrania cronica, la disabilità, il dolore lancinante e la depressione. È quanto evidenzia uno studio clinico pubblicato da JAMA Internal Medicine. La ricerca è stata coordinata da Rebecca Erwin Wells, professore associato di neurologia alla Wake Forset School of Medicine di Winston-Salem (USA).

I ricercatori americani hanno preso in considerazione 89 adulti che soffrivano di emicrania con attacchi dalle quattro alle 20 volte al mese. I pazienti hanno ricevuto una formazione attraverso la Mindfulness Based Stress Reduction (MBSR) o un’educazione sul mal di testa, due ore a settimana per otto settimane. Ai partecipanti venivano anche dati file audio per esercitarsi a casa, incoraggiandoli aa ascoltarli per 30 minuti ogni giorno.

Alla dodicesima settimana di follow-up, i ricercatori hanno visto che non c’era alcuna differenza significativa tra i gruppi nella riduzione del mal di testa. Con la MBSR, infatti, la riduzione media dei giorni di emicrania era di 1,6, mentre nel gruppo che riceveva solo un’educazione sul mal di testa era 2.

Tuttavia, i ricercatori hanno trovato una differenza significativa tra i gruppi a 36 settimane a livello di disabilità, con 5,9 punti di differenza tra i due gruppi, dolore lancinante, con una differenza di 5,8 punti, depressione, con una differenza di 1,6 punti, e qualità di vita correlata all’emicrania, con una differenza di 5,1.

“La riduzione dello stress basata sulla consapevolezza è un metodo che sfrutta la meditazione e lo yoga”, ha spiegato Wells, secondo la quale la consapevolezza può insegnare ai pazienti nuovi modi di gestire lo stress, il più comune fattore scatenante dell’emicrania, oltre che dare loro una possibilità di cambiare il modo in cui percepiscono il dolore associato all’emicrania.

Fonte: JAMA Internal Medicine

Lisa Rapaport

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

 

Post correlati

Lascia un commento

*