Home » Archeologia » Jurassik Park trasloca a Roma

Jurassik Park trasloca a Roma

shutterstock_102035362Amanti del giurassico, tenetevi forte: i dinosauri sono molto più vicini di quanto voi possiate immaginare. L’Università Sapienza di Roma sta ospitando più di 40 riproduzioni a grandezza naturale di questi giganti di più di 200 milioni di anni fa, con la mostra Dinosauri in carne e ossa – Scienza e Arte riportano alla vita i dominatori di un Mondo perduto”. Fino al 31 maggio 2015, tra una biblioteca e l’altra, potrete infatti lasciarvi rapire da dinosauri e altri animali ormai estinti, come i mammut o il Dodo, perfettamente collocati nei loro habitat naturali.

La mostra è frutto del lavoro di uno staff interamente ‘made in Italy’, per un allestimento che vede i modelli preistorici contestualizzati in era e ambiente di riferimento attraverso una ricca pannellistica e fondali dipinti da paleoartisti, e grazie ad un’accurata disposizione in rapporto alla collezione permanente della Sapienza, che annovera numerosi reperti fossili dei grandi mammiferi italiani estinti.

Piacere per gli occhi, per la fantasia e per l’intelletto. Per chi infatti volesse ‘svelare’ l’incanto della contemplazione, è stata allestita la stazione “Making of: come si costruisce un dinosauro”, dove scoprire come è stato possibile ricreare nei minimi particolari, attraverso sofisticate tecnologie di ricostruzione scientifica e modellazione 3D, dinosauri come il tirannosauro, il diplodoco e lo spinosauro o ancora come il piccolo Scipionyx samniticus, meglio noto come ‘Ciro’. E per la prima volta verrà esposta la riproduzione dello stiracosauro, un dinosauro erbivoro caratterizzato da un’appariscente corazza ad aculei, che per l’occasione è stato battezzato come ‘Romeo’.

Dietro a questa iniziativa ci sono i paleontologi Simone Maganuco e Stefania Nosotti insieme con l’Associazione Paleontologica Parmense Italiana (Appi) e il comitato scientifico, composto da studiosi affermati a livello nazionale e internazionale tra cui Umberto Nicosia, paleontologo della Sapienza, e il celebre John ‘Jack’ Horner, paleontologo del Museum of the Rockies nel Montana, ispiratore e consulente scientifico del film Jurassic Park.

Che dire, in attesa nel nuovo film Jurassic World previsto nelle sale a giugno 2015, perché non incontrare qualche dinosauro dal vivo?

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*