Home » Astronomia » Juno è arrivata nell’orbita di Giove. Comincia la scoperta del Pianeta gigante

Juno è arrivata nell’orbita di Giove. Comincia la scoperta del Pianeta gigante

sonda JunoJuno (JUpiterNear-polarOrbiter) è arrivata nell’orbita di Giove. La sonda della NASA lanciata il 5 agosto 2011 ce l’ha fatta. Dopo un viaggio durato 5 anni, per 3 miliardi di chilometri percorsi, alle 5:53 ora italiana, Juno è entrata nell’immenso campo magnetico del pianeta gigante, esteso 100 volte più del raggio dello stesso Giove, che misura fra i 66.000 e i 71.000 chilometri.

Una tecnologia in parte italiana
A guidare Juno anche in questa parte del suo viaggio il sensore d’assetto italiano Autonomous Star Tracker, realizzato da Leonardo-Finmeccanica. Sono italiani anche due dei nove strumenti scientifici a bordo: lo spettrometro Jiram (JovianInfraRedAuroral Mapper) finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e realizzato da Leonardo-Finmeccanica Campi Bisenzio (Firenze) sotto la responsabilità scientifica dell’Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Iaps-Inaf), e KaT (Ka-Band Translator), progettato dall’Università Sapienza di Roma e realizzato dalla Thales Alenia Space Italia con il supporto dell’Asi.

La missione
Larga 20 metri e alta 4,5, Juno è il primo veicolo spaziale a energia solare impegnato in una missione così lontana dal Sole ed è anche il primo veicolo spaziale a sorvolare i poli di Giove, esplorando i vortici che tormentano l’atmosfera del pianeta 300 volte più massiccio della Terra. Muovendosi su un’orbita polare, Juno studierà i campi gravitazionali e magnetici, di Giove ed esplorerà le sue nubi vorticose e la sua atmosfera. Cercherà di capire la quantità di acqua presente sul pianeta e proverà a delinearne la struttura interna cercando le prove di un nucleo solido, il tutto in 20 mesi di tempo compiendo un totale di 37 orbite. In bocca al lupo, Juno!

 

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*