Home » Ambiente » Inquinamento: in Germania è rischio divieto veicoli diesel

Inquinamento: in Germania è rischio divieto veicoli diesel

(Reuters) – A Monaco di Baviera, città dove ha sede la casa madre della BMW, si sta valutando il divieto dei veicoli diesel a causa delle emissioni di ossido di azoto rilevate nell’aria nella capitale bavarese. Lo scandalo Volkswagen dello scorso anno, scaturito dalle prove di smaltimento dei gas di scarico dei carburatori, ha diffuso il dubbio sulla tecnologia di questi motori. “Per quanto mi piacerebbe evitare il divieto, credo sia altrettanto improbabile che si possa continuare a farne a meno in futuro”, afferma Dieter Reiter sul quotidiano Sueddeutsche Zeitung. Alla domanda sulle ultime letture dell’ossido di azoto in tutta la città, ha dichiarato: “I risultati sono sconvolgenti, nessuno se lo aspettava”.

Si prevede che un numero compreso tra 133.000 e 170.000 veicoli potrebbero essere colpiti dal divieto, a seconda di quanto sarà rigoroso. Le automobili che soddisfano le ultime regole di emissione Euro 6 sarebbero esenti, ha aggiunto Reiter.
Mentre negli Stati Uniti si tratta solo di un mercato di nicchia, circa la metà delle auto nuove vendute in Germania riguarda proprio i motori diesel. A causa della forte domanda di gasolio nel mercato tedesco legata all’efficienza della tecnologia del combustibile, i tre principali produttori di automobili tedesche hanno affrontato spese notevoli per lo sviluppo di impianti di distribuzione. La prospettiva dei divieti per i veicoli diesel colpirà anche il mercato dell’usato. E va considerato che le agenzie di leasing per le automobili e per il finanziamento dei veicoli si basano proprio sui valori dei veicoli usati.

La città di Stoccarda, sede di Mercedes-Benz e Porsche, si sta già preparando ad eliminare alcuni veicoli a partire dal prossimo anno, Monaco di Baviera non sarebbe, dunque, la prima città a muoversi in questa direzione.

 

By Reuters Staff

(Versione italiana Quotidiano Sanità/ Popular Science)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*