Home » Ambiente » In Europa dell’Est nevica color arancio

In Europa dell’Est nevica color arancio

Neve arancione? Non è fantascienza, è successo davvero e per la precisione è successo sulle piste da sci nell’Europa dell’Est dove la neve è caduta di colore arancio a causa delle particelle di polvere provenienti da una tempesta di sabbia nel deserto del Sahara. Il fenomeno è stato osservato dall’occhio attento dei satelliti per l’osservazione della Terra del programma europeo Copernicus, gestito da Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Commissione Europea che ha anche evidenziato un cielo simil arancio anche in Grecia nella parte continentale e a Creta

Le particelle di polvere del Sahara sono portatrici di effetti negativi conosciuti come l’aggravamento delle malattie respiratorie e la possibile trasmissione di infezioni batteriche. Oltre alla ridotta visibilità su strade e aeroporti, la riduzione dell’energia fornita dai pannelli solari e l’alterazione del clima attraverso l’intercettazione dei raggi solari prima che raggiungano la Terra.

Meno pubblicizzati sono effetti positivi, come la riduzione della radiazione solare e, con essa, quella dell’intensità degli uragani Atlantici; l’atmosfera viene infatti privata di quell’umidità che nutre l’attività dei cicloni.

Il percorso delle polveri sahariane e delle altre particelle sospese nell’atmosfera (aerosol) è stato tracciato anche dagli esperti della Nasa per capire meglio i processi fisici coinvolti nella formazione degli uragani. Le nuove simulazioni al computer aiutano a migliorare le previsioni atmosferiche, mostrando come interagiscono i fattori che alimentano una tempesta.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*