Home » i-Tech » Il politecnico di Milano lancia l’Open Knowledge in Italia

Il politecnico di Milano lancia l’Open Knowledge in Italia

In questi giorni, il politecnico di Milano sta lanciando alcuni corsi online per il suo progetto di Open Knowledge, il primo in Italia. Perché il progresso del Paese passa anche attraverso la diffusione della conoscenza.

Se negli Stati Uniti sono molte le università che pubblicano online, gratuitamente e per chiunque, alcuni dei propri corsi di studio, in Italia è la prima volta che si prova il meccanismo dell’Open Knowledge, ovvero della “conoscenza aperta a tutti”. Ma di cosa si tratta, esattamente?
polimi-openknowledgeÈ molto semplice: basta registrarsi al sito www.pok.polimi.it ed iscriversi ad uno dei corsi online disponibili.  L’iscrizione è completamente libera e  gratuita (non è richiesto alcun titolo di studio), e fornisce accesso ai video delle lezioni realizzate sul tema scelto. Le lezioni sono quasi tutte in lingua italiana (ma ci sono anche dei corsi in inglese, come quello su Business & Management che partirà lunedì 10 novembre) ed è possibile anche leggere la trascrizione delle lezioni. Al termine del corso è possibile eseguire un test online che, se superato, garantisce un attestato di partecipazione e dei “crediti”. L’attestato ed i crediti, per il momento, non hanno alcuna utilità: non possono essere utilizzati in ambito accademico. In futuro, però, potrebbero essere sviluppati alcuni servizi per i quali questi crediti potranno avere un valore effettivo.

Particolarmente interessante, per esempio, è il corso di fisica sperimentale:

https://www.pok.polimi.it/courses/course-v1:Polimi+FIS102+2014_M11/about

Gli argomenti di questo corso sono gli stessi richiesti come requisito per l’accesso alle lezioni “ordinarie” del politecnico, quindi sono un ottimo punto di partenza per gli studenti di liceo che, il prossimo anno, vorranno tentare i test di ammissione.

Sono anche presenti corsi di “soft skills”, per sviluppare le proprie abilità sociali nel mondo del lavoro. Inoltre, i responsabili del progetto ci fanno sapere che dal 2015 saranno anche disponibili dei corsi di preparazione per i test di ammissione ad architettura e design.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*