Il pinguino imperatore a rischio estinzione

A causa delle modifiche nella distribuzione dei ghiacci dovuta al cambiamento climatico le colonie dei pinguini imperatore in Antartide potrebbero dimezzarsi entro il 2100. L’allarme lanciato da uno studio internazionale coordinato dal Woods Hole Oceanographic Institution del Massachusetts, pubblicato sulla rivista Nature Climate Change. Entro il 2100, prevede lo studio, i due terzi delle colonie di pinguini avranno meno della metà della loro attuale popolazione.

In particolare, almeno il 75% delle colonie saranno soggette ai cambiamenti dei ghiacci, mentre il 20% sarà probabilmente quasi estinto. Il successo e la sopravvivenza del pinguino imperatore sono strettamente collegati alle concentrazioni di pesce nel mare. Il fatto che vi sia poco ghiaccio influisce sulla disponibilità di cibo, dato che troppi esemplari adulti devono viaggiare più lontano per procurarsi l’alimento e portarlo ai loro piccoli.

Post correlati

Lascia un commento

*