Home » Ambiente » Il nucleare per la biodiversità

Il nucleare per la biodiversità

Centrale nucleare pulita

Le principali autorità scientifiche mondiali nel campo della preservazione ambientale hanno indicato la presenza di un ruolo sostanziale per l’energia nucleare negli scenari energetici del futuro onde mitigare i cambiamenti climatici e proteggere la biodiversità. In una lettera aperta agli ambientalisti che reca più di 60 firme, gli scienziati richiedono a questa comunità di vagliare i pro ed i contro di diverse fonti energetiche utilizzando dati obiettivi e raffronti pragmatici, piuttosto che affidarsi semplicemente ad una percezione idealistica di ciò che è “verde”. Secondo gli scienziati, presto sarà richiesta la piena decarbonizzazione dell’intero processo globale di generazione dell’energia elettrica onde evitare le conseguenze peggiori dei cambiamenti climatici. La biodiversità non sarebbe minacciata solamente dal danneggiamento del clima che deriva in larga parte dalle emissioni connesse ai combustibili fossili, ma anche dalla trasformazione dei territori che deriva dalle fonti energetiche rinnovabili, come nel caso delle aree alluvionate per l’idroelettricità, le aree destinate all’agricoltura necessarie per i biocarburanti e gli ampi spazi necessari per le fattorie solari ed eoliche. Non soltanto l’energia nucleare di nuova generazione fornisce elettricità pulita, ma si tratta anche di una fonte energetica altamente concentrata che consuma rifiuti residui e minimizza l’impatto sulla biodiversità in raffronto a tutte le altre fonti energetiche. Sussistono solide basi per supportare l’impiego di centrali nucleari avanzate con riciclaggio completo dei carburanti quali parte integrante di un insieme di tecnologie energetiche sostenibili che includa anche un uso appropriato di fonti rinnovabili, conservazione energetica ed efficienza energetica. (Conserv Biol online 2014, pubblicato il 15/12)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*